Home Sport Calcio Candreva sveglia l’Italia! Gli azzurri agli spareggi da testa di serie

Candreva sveglia l’Italia! Gli azzurri agli spareggi da testa di serie

Un gol nel finale regala all’Italia la vittoria sull’Albania e l’accesso ai play off come testa di serie. Ora Ventura aspetta di conoscere l’avversario per lo spareggio di novembre

Alla fine quello che conta è il risultato e almeno quello, l’Italia di Giampiero Ventura, l’ha ottenuto. La vittoria di misura sull’Albania, con un gol di Candreva, regala agli azzurri lo spareggio play off, necessario per accedere alla fase finale dei Campionati del Mondo che si disputeranno a giugno in Russia. L’Italia arriva allo spareggio da testa di serie, dato di non poco conto, perché in questo modo la Nazionale potrà evitare, almeno sulla carta, gli avversari più temibili.

La settimana di calcio internazionale, dedicata alle Nazionali, non è stata comunque esaltante per il calcio italiano. Prima il pareggio con la Macedonia, poi questa vittoria un po’ stentata con la volenterosa Albania di Panucci, che nel corso dei 90 minuti ha creato anche più di un grattacapo alla retroguardia azzurra. Bravo Buffon in almeno un paio di occasioni.

Quello che maggiormente preoccupa continua a essere il gioco espresso dalla squadra allenata dall’ex tecnico del Torino. La partita è stata a tratti noiosa, quasi sonnolente. Gli attaccanti, Eder e Immobile in questo caso, sembrano spaesati, isolati a se stessi, mai veramente pericolosi. Gli esterni sembrano bloccati, con Lorenzo Insigne costretto quasi a fare il terzino e le cui prestazioni, pur sufficienti, sono ben lontane dal livello che raggiungono quando il giocatore si cala nel contesto del campionato e nell’organico del Napoli, dove il modulo di Sarri ne esalta qualità e fantasia.

Anche la difesa, a dire il vero, non sembra offrire più le garanzie di una volta, con Bonucci che ha mostrato affanni e incertezze. A centrocampo, poi, continuano a non convincere le prestazioni di Gagliardini, mentre delude anche il laziale Parolo, poco ispirato e autore di una prova incolore.

Resta dunque la soddisfazione per l’obiettivo raggiunto, che alla vigilia di queste qualificazioni non poteva che essere quello di piazzarsi al secondo posto, dietro la Spagna, in questo momento di altra categoria rispetto alla nostra Nazionale. Certo un po’ di spettacolo in più c’era da aspettarselo ma evidentemente bisogna accontentarsi così. E soprattutto c’è da stringere i denti per lo spareggio di novembre. Una sfida da vincere assolutamente, perché la mancata partecipazione ai Mondiali sarebbe, per il calcio italiano, una vera “catastrofe”, come ha detto Ventura e una figuraccia dalla quale sarebbe molto difficile riprendersi in tempi brevi.