Home Sport Calcio Disastro svedese per Ventura! Ora l’Italia rischia di non andare in Russia

Disastro svedese per Ventura! Ora l’Italia rischia di non andare in Russia

La Nazionale di Ventura sconfitta 1-0 dagli “orfani” di Ibrhaimovic e ora è costretta a vincere la gara di ritorno con due gol di scarto se non vuole perdere il Mondiale

A un passo dal baratro. Inutile negarlo, l’Italia di Ventura è una delle più brutte Nazionali degli ultimi decenni. E ora, dopo la sconfitta di Stoccolma, rischia seriamente di non andare ai prossimi Mondiali di calcio in Russia. Non è tanto il risultato finale a preoccupare. In fondo l’1-0 a favore degli svedesi è ampiamente rimontabile nella gara di ritorno, lunedì sera a Milano. Quello che fa paura è quanto si è visto in campo da parte dei nostri giocatori. Lenti, impacciati, senza una vera identità di gioco, con interpreti fuori condizione (vedi Belotti) o semplicemente fuori ruolo (Insigne in panchina per quasi tutta la gara è entrato al 75esimo prendendo il posto di Verratti). Così non va bene e lo sa anche il tecnico azzurro, che ora si affida alla spinta del pubblico del Meazza per porre rimedio a una situazione a dir poco imbarazzante.
L’assenza della nostra Nazionale ai Campionati del Mondo sarebbe una sconfitta per tutto il sistema calcio italico. Uno shock tremendo per la Federazione e per tutto quanto gravita intorno al mondo del pallone tricolore.
Se il secondo posto in un girone in cui c’era la fortissima Spagna si poteva anche accettare, difficilmente potrebbe essere tollerato un flop così clamoroso come l’eliminazione agli spareggi, ad opera poi di una formazione, la Svezia, chiaramente inferiore dal punto di vista tecnico e anche orfana del suo unico vero talento, Zlatan Ibrhaimovic.
Quella di Solna non è stata una bella partita. I padroni di casa l’hanno messa sul piano fisico, anche con qualche fallo di troppo, tollerato dal direttore di gara. Gli azzurri non sono quasi mai riusciti a venir fuori dall’atteggiamento difensivo e ostruzionistico egli avversari. Ne è scaturita una gara scorbutica, povera di spunti tecnici e di occasioni da rete.
Il gol che ha deciso la sfida non poteva che arrivare occasionalmente. E infatti è stata una deviazione di De Rossi su tiro di Johansson al 61′ a beffare Buffon. Fino ad allora l’Italia ci aveva provato senza successo, solo con Belotti. Per Ventura anche un pizzico di sfortuna, quando Darmian, il migliore dei suoi, ha colpito un palo a portiere battuto.
Troppo poco per un’Italia che ora dovrà vincere, on due gol di scarto la gara di ritorno. Non sarà facile ma sarà obbligatorio farlo, perché a Milano gli azzurri non si giocano solo l’accesso ai Mondiali ma anche la credibilità di tutto il calcio italiano.
E comunque vada, l’impressione è che l’era Ventura sia già al capolinea.