Home Sport Freeride Freeride World tour, riflettori sulle nevi di Andorra

Freeride World tour, riflettori sulle nevi di Andorra

Lo Swatch Freeride world tour fa tappa sui Pirenei: l’11 febbraio sulle nevi di Andorra, 52 campioni di tutto il mondo. L’italiano Carbonatto terzo tra gli juniores.

Freeride world tour, tappa ad Andorra

Lo Swatch Freeride world tour fa tappa sui Pirenei, e per la precisione sulle nevi molto tecniche e difficili di Vallnord-Arcalis, ad Andorra, dove l’11 febbraio sono attesi i 52 migliori atleti del mondo per la terza edizione della manifestazione: venticinque sciatori e undici sciatrici per le gare di sci estremo, nove snowboarder nella gara maschile e otto in quella femminile.

Ad Andorra, come sempre, campioni di freeride e spettatori accedono insieme alle piste di gare, mentre per chi non potrà andare sul posto sono disponibili le riprese in diretta streaming, a partire dalle ore 9 (ora di Andorra) sul sito della manifestazione. dove ciascuno spettatore potrà scegliere l’alteta da “seguire” con il sistema del Pilote tagging.

 

Ed ecco il video promo della manifestazione:

Intanto, sono stati resi noti i risultati ufficiali del Freeride Junior World Championship 2017 che si sono tenuti lo scorso 4 febbraio sempre ad Andorra, sulle nevi a 2.700 metri di quota del Pic Alt de Cubil, a Grandvalira.

Alla gara, la più prestigiosa del circuito Freeride juniores e che si è svolta tra notevoli difficoltà per le precipitazioni nevose e la scarsa visibilità, hanno partecipato sessanta famosi freeriders provenienti da America, Europa ed Oceania.

Ecco i vincitori delle due categorie, sci e snowboard, maschili e femminili.

Snowboard femminile: la categoria è stata dominata dalle americane, con la canadese Heidi Farmer, che ha impressionato per linee di discesa dallo stile pulito e potente ed ha conquistato il primo posto sul podio, seguita dalla britannica Ellie Soutter, dalle linee di discesa altrettanto solide ma meno tecniche, e dalla velocissima statunitense Jenna Paller, terza.

Snowboard maschile: anche qui predominio americano, con la vittoria del veloce e pulito snowboarder statunitense Hank Kennedy, seguito dal coraggioso connazionale Tucker Pratt e dal leggermente meno aggressivo campione messicano Liam Rivera.

Sci femminile: linea di discesa a tutto gas e stile impressionante hanno permesso alla statunitense Olivia Askew di conquistare la prima piazza, seguita dalla svizzera Eva Battolla e dalla canadese Rhegan Williamson.

Sci maschile: la discesa più veloce, con un incomparabile stile di guida e diverse figure spettacolari hanno permesso allo statunitense Ross Tester di conquistare la vetta, davanti al canadese Solomon Butler, che ha indorato la sua linea di discesa con un impressionante 360° in condizioni di scarsissima visibilità, e all’italiano Lorenzo Carbonatto, che ha sciato sempre in velocità e con grande controllo.

Qui il video della gara.