Contenuto Pubblicitario

Rivoluzione Vinokilo: quando la moda è originale, sostenibile ed economica

27 Gennaio 2022 0 Di Laura Saracino

Vinokilo, ovvero una pop up experience itinerante diventata dal 2015 uno degli appuntamenti più trendy nelle maggiori città europee, amata dai giovanissimi alla ricerca di soluzioni per un consumo sostenibile che valorizzi allo stesso tempo uno stile unico e personale.

Rivoluzione Vinokilo: quando la moda è originale, sostenibile ed economica

L’idea di Vinokilo nasce in Olanda nel 2015 come mercatino di seconda mano organizzato da Robin Balser per vendere le rimanenze di un negozio di abbigliamento prossimo alla chiusura. Il primo evento è un tale successo che si organizza una seconda tappa a Mainz, in Germania, fino a diventare negli anni ‘The Best Vintage Kilo Sale in Europe’, la miglior vendita di abbigliamento vintage al chilo in Europa, un punto di riferimento per gli amanti del consumo sostenibile.

L’evento è più di un semplice mercato, è un vero e proprio appuntamento che offre intrattenimento, musica, cibo, e tanti capi di abbigliamento unici. Il pass d’entrata è gratuito, occorre prenotare solamente la fascia oraria di arrivo, unico requisito il Green Pass per i Vinokilo italiani.

Gli amanti del vintage trascorrono ore negli spazi allestiti appositamente per permettere la caccia al capo più originale e ricercato, e negli anni l’evento è diventato un punto di ritrovo per appassionati e curiosi. Le locations sono sempre spazi molto ampi e comodi da raggiungere, come le zone fieristiche delle città o addirittura le stazioni, come è successo per lo scorso Vinokilo milanese, svoltosi a novembre in Stazione Centrale. L’arredamento, l’atmosfera e gli allestimenti seguono tutti lo stesso stile, così da creare un ambiente familiare e inconfondibile nonostante le differenze di città e paesi.

L’identità del brand non si è affermata a scapito delle produzioni locali, che anzi hanno contribuito negli anni alla popolarità dell’evento. La valorizzazione delle realtà locali avviene tramite un bando disponibile sul sito, rivolto a imprenditori, artigiani e piccoli produttori che sono chiamati a partecipare alle giornate con il proprio stand, contribuendo al successo e all’unicità dell’esperienza.

 

Acquistare in modo consapevole: il mantra dei consumatori della GenZ

L’attuale ricerca di soluzioni di acquisto alternative rispecchia l’attenzione crescente che viene dedicata al proprio stile di vita, sempre più sensibile ai problemi ambientali e climatici e di sfruttamento di risorse e forza lavoro. Anche la moda e lo shopping hanno subito un grosso cambiamento: l’acquisto di abbigliamento e oggettistica di seconda mano ha subito una crescita enorme, complici i trend estremamente popolari tra i giovani che vedono nell’acquisto del vintage e nel riutilizzo creativo un must da implementare nelle abitudini quotidiane per combattere il consumismo sfrenato sollecitato dalle pubblicità e dalla fast fashion proposta dalle catene d’abbigliamento a buon mercato. Da un acquisto compulsivo, dettato più da abitudine o da gratificazione che da reale bisogno, si è passati ad una ricerca del singolo capo che rispetti alcuni principi e che soprattutto risponda ad un bisogno necessario.

Non più shopaholic, ma shopaholic consapevoli, capaci di regalarsi qualche capriccio d’abbigliamento ma scegliendo di acquistare tra una serie di prodotti che sono in cerca di nuova vita. Un’abitudine che fa ben sperare riguardo alle possibilità concrete di cambiamento inseribili nel proprio stile di vita. Un esempio di think global, act local – pensa globalmente, agisci localmente, di facile intuizione e dai molteplici risultati: oltre che fare bene all’ambiente, fa bene anche al portafogli.

I risultati sono molteplici. Oltre ad un chiaro messaggio destinato alle industrie di produzione costantemente orientate alle nuove collezioni, producendo così un surplus enorme, uno dei sintomi principali di questa scelta è la celebrazione della diversità. I capi, essendo per la maggior parte pezzi unici, permettono a ciascuno di creare il proprio stile, abbinando e mescolando stili, giocando con il proprio aspetto in modi prima non possibili.

In poco più di cinque anni, Vinokilo ha avuto un impatto mai visto sulle preferenze di acquisto e sulla scelta di abbigliamento di giovani europei, sottolineando come offrire un’alternativa valida e allettante sia il primo passo verso un cambiamento più radicale del proprio stile di vita.

Non perdere i prossimi eventi Vinokilo in Italia.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Rimini, 27-30 Gennaio

Bologna, 27-30 Gennaio

Alessandria, 4-6 Febbraio

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82