32 Giornata, Serie A: Napoli straordinario, vince la Juve

32 Giornata, Serie A: Napoli straordinario, vince la Juve

23 Aprile 2021 0 Di Fabio Carolla

32 Giornata, Serie A: il Napoli stravince contro la Lazio, 5 a 2. Si ferma l’Inter, vince la Juve. Perde il Milan: due gol di Raspadori.

Accantonata l’idea della SuperLega, Milan, Juventus ed Inter devono concentrarsi sul campionato.

Le situazioni delle tre squadre sono ben diverse tra di loro, così come la forma di ognuno di loro. Se da un lato l’Inter sembra andare forte ed a gonfie vele diretta verso l’obiettivo scudetto, Milan e Juve, invece, si guardano alle spalle preoccupate di perdere la loro sicurezza Champions League.

32 Giornata: Juventus, Inter e Milan in difficoltà

Nel turno infrasettimanale della 32 Giornata di Serie A, i tre “club fondatori” sono impegnati in sfide pressoché simili. Più abbordabili i match di Juventus e Inter, impegnate rispettivamente contro Parma e Spezia; più complicata la partita del Milan, che vuole i tre punti contro il Sassuolo.

In campo, le prestazioni delle tre squadre danno l’impressione di risentire del caos Superlega, con i calciatori chiamati a dimenticare – e far dimenticare – il caos mediatico della settimana.

Ci riesce meglio la Juventus, che strappa un 3 a 1 importantissimo contro i ducali del Parma. A segno De Ligt e Alex Sandro – prima doppietta in Serie A – dopo il vantaggio iniziale di Brugman: calcio di punizione che scavalca Cristiano Ronaldo non perfetto in barriera.

Più in difficoltà l’Inter invece che in Liguria non va oltre l’1 a 1. Attacca forte inizialmente la compagine spezzina, andando in gol con Farias (tiro dalla distanza). Il vantaggio viene recuperato al termine del primo tempo da Perisic che appoggia facile in porta. Negli ultimi minuti c’è spazio anche per due gol annullati ai nerazzurri che, però, si fermano ad un punto guadagnato.

Nettamente diverso il match di San Siro, con gli emiliani che ribaltano il vantaggio milanese. Gran parte del merito per la vittoria va a Raspadori, il capitano neroverde classe 2000, autore della doppietta che porta alla rimonta. Il Milan va in vantaggio con Calhanoglu, ma sono gli ultimi minuti finali a regalare la gioia a De Zerbi, abile nell’indovinare le giuste sostituzioni. Il Milan si ferma e rischia il secondo posto.

Napoli batte Lazio, si ferma la Dea

Due i posticipi della 32 Giornata di Serie A, andati in scena il giovedì sera. Alle 18:00 giocano Atalanta e Roma in un match che sembra decidere almeno uno dei posti in Champions League. L’Atalanta parte avvantaggiata dalle prestazioni recenti e può contare su uno degli attacchi più forti del campionato, nella speranza di superare la difesa giallorossa.

La partita è interessante e l’Atalanta sembra avere il pallino del gioco, almeno fino all’espulsione di Gosens nel secondo tempo. Vanno in vantaggio i bergamaschi con Malinovskiy, in gol anche nella partita contro la Juventus. Poi a pareggiare ci pensa Cristante. Un punto per la Dea che fallisce il colpo per rubare il secondo posto al Milan e provare ad impensierire l’Inter nelle ultime giornate. Scivola al settimo posto la Roma.

Più attiva la partita delle 20:45. Al Diego Armando Maradona va in scena Napoli-Lazio. In campo, non c’è storia: la Lazio subisce l’abbondanza partenopea. Prima il rigore di Insigne – guadagnato da calcio d’angolo per gioco pericoloso – annulla la ripartenza laziale. Poi va in scena il bel gioco azzurro e si aggiungono Politano, Mertens, di nuovo Insigne e Osimhen. Per la Lazio ci provano Immobile ed una fantastica punizione di Milinkovic-Savic. Il Napoli grida così di esserci nella corsa per un posto in Champions.

32 Giornata: intensa la lotta salvezza

Si intensifica anche la lotta salvezza nella 32 Giornata. Accorcia il Cagliari con la vittoria ad Udine per 1 a 0; ci prova ad allontanarsi, invece, la Fiorentina con il 2 a 1 sui veronesi dell’Hellas. C’è anche il Torino che, negli ultimi minuti a Bologna, agguanta il pareggio ed un punto importante per non scivolare in zona retrocessione. Fallisce il colpo decisivo invece il Benevento: gara offensiva perfetta contro il Genoa, ma pecca la difesa facendosi recuperare due volte il vantaggio di Viola e Lapadula.

A qualche settimana dalla fine, la Serie A si fa più intensa che mai.