33 Giornata, Serie A: Milan sconfitto, bene il Napoli

33 Giornata, Serie A: Milan sconfitto, bene il Napoli

27 Aprile 2021 0 Di Fabio Carolla

33 Giornata, Serie A: si fermano Milan e Juventus. Agguanta il terzo posto il Napoli. Inter vicina al titolo. Si riaccende la lotta salvezza.

Negli ultimi 10 anni, Inter mai così vicina allo scudetto. La 33 Giornata di Serie A segna la quasi definitiva vittoria del campionato dei nerazzurri, bravi a superare la compagine veronese per 1 a 0. Si ferma il Milan contro la Lazio; non va oltre il pareggio la Juventus a Firenze. Mentre la lotta per la salvezza si riaccende nelle parti basse del tabellone, il Napoli convince contro il Torino, rallentandolo. Diverso il discorso per Cagliari-Roma, dove i sardi spuntano contro i giallorossi per 3 a 2.

33 Giornata: Inter al traguardo, si intensifica la lotta Europa

Nella 33 Giornata di Serie A tutti i discorsi vengono riaperti, tranne uno: la vittoria scudetto.

Contro l’Hellas Verona, l’Inter mette – quasi – il punto finale sul campionato, vincendo per 1 a 0. La rete di Darmian fa ben sperare i tifosi del Biscione, mai così vicini allo scudetto negli ultimi 10 anni.

Nulla di preoccupante per Juric, invece, che tiene salda la sua posizione a metà classifica.

Si riaccende invece la lotta Champions. Con la sconfitta per 3 a 0 contro la Lazio, il Milan esce dalla zona Champions lasciando spazio a Napoli e Juventus, entrambe con un importante vantaggio sulla differenza reti.

Nella gara dell’Olimpico, il Milan perde completamente sé stesso, allo sbando. La Lazio ne fa tre nel corso della gara – un quarto è annullato per fuorigioco di Lazzari – ma con l’impressione che il punteggio potesse essere anche più largo.

Fantastica la prestazione di Correa (in doppietta), coadiuvato da un Immobile che timbra il cartellino, sancendo il definitivo 3 a 0. La Lazio rimane sesta in campionato, confermando la zona Europa League.

Rallenta anche la Juventus, nonostante rimanga attaccata al carro europeo.

A Firenze agguanta il pareggio dopo essere andata in svantaggio. A segno Vlahovic su calcio di rigore: il suo pallonetto spiazza il portiere juventino. La recupera poi nel secondo tempo Morata, con una giocata da campione: il suo sinistro scavalca il portiere e si insacca nell’angolo alto a sinistra.

La Fiorentina respira nelle parti basse della classifica; la Juventus invece si salva per questa settimana, portandosi a pari punti con Napoli e Milan: la lotta Europa è aperta ed intensa.

Vanno a gonfie vele Napoli e Atalanta. I partenopei – impegnati lunedì pomeriggio contro il Torino – indovinano la prestazione giusta, raddoppiando il vantaggio in 13 minuti. Il Torino riesce a resistere per il resto della gara, con gli azzurri che più volte, però, sprecano le occasioni per chiudere definitivamente la partita.

L’Atalanta, di scena domenica sera, è altrettanto strepitosa, abbondando nel risultato. Due le reti del primo tempo con Malinovskyi e Muriel – in ottima forma il colombiano. Nel secondo tempo il Bologna rimane in 10 e l’Atalanta dilaga: a segno Freuler e Zapata a distanza ravvicinata, poi Miranchuk a chiusura di match. La Dea si guadagna un sostanziale vantaggio sulle contendenti all’Europa.

Lotta salvezza: che bagarre per non retrocedere!

La 33 Giornata di Serie A riapre anche il discorso salvezza. Il risultato più eclatante è quello del tardo pomeriggio domenicale.

Alla Sardinia Arena, il Cagliari batte 3 a 2 la Roma di Fonseca, uscendo dalla zona retrocessione. A segno Lykogiannis, Marin e Joao Pedro. La Roma ci prova con Perez prima – trovando il pareggio sull’1 a 1 – e con Fazio poi – accorciando lo svantaggio.

Giallorossi che però soffrono la più forte motivazione sarda, in lotta per continuare in Serie A anche il prossimo anno.

Rientra in zona retrocessione, invece, il Benevento. Al Vigorito, le streghe sono incapaci di imporsi contro l’Udinese.

D’altro canto, la prestazione dei friulani è quasi perfetta, con la compagine bianconera abile a trovare il gol dopo pochi minuti. Sembrano distratti i campani, invece, che al raddoppio di Arslan rispondono con il rigore di Viola, salvo poi rilassarsi nuovamente. Nel secondo tempo Larsen ed il giovane talento Braaf a rete prima del gol bandiera di Lapadula.

Disperato ora Inzaghi che si trova immerso nella lotta salvezza a poche giornate dalla fine, vanificando gli ottimi risultati del girone d’andata.

Nessun problema, invece, per il Genoa. I grifoni volano sulle proprie ali, vincendo 2 a 0 nel derby ligure contro lo Spezia. A rete Scamacca e Shomurodov nel secondo tempo, che portano i rossoblù a +5 dalla zona retrocessione: considerate le poche giornate rimaste, il Genoa può tirare un sospiro di sollievo, momentaneamente.

Spezia invece che rimane a + 2, con Torino, Cagliari e Benevento che inseguono e preoccupano la squadra di Italiano.

Nelle parti basse della classifica si gioca anche Parma-Crotone, sfida tra i fanalini di coda della lega. La partita è scoppiettante ed i gol totali sono 7.

La cura Cosmi, difatti, ha portato al Crotone un’ottima potenza di fuoco: l’effetto si riscontra sopratutto in Simy, tra i vertici della classifica cannonieri. Il nigeriano sigla un’altra doppietta, tra i gol di Magallan prima e Ounas poi. Per il Parma, prima pareggia Hernani, poi ci pensano Gervinho e Mihaila a cercare il 3 a 3.

A poche giornate dalla fine del campionato, la Serie A si infiamma. Tutto è in discussione, tranne la vittoria del Campionato – forse.