A Firenze una notte di kickboxing con Oktagon

A Firenze una notte di kickboxing con Oktagon

03 Novembre 2016 0 Di Patrizia Russo

Il 10 dicembre al Mandela forum di Firenze, Oktagon: il più importante appuntamento europeo di kickboxing. Sul ring la campionessa italiana Gloria Peritore.

Oktagon porta il kickboxing a Firenze

Il più importante spettacolo europeo del ring si svolgerà il 10 dicembre 2016 al Mandela Forum di Firenze. Per tutti gli appassionati di kickboxing, thaiboxe, savate, Oktagon è un appuntamento imperdibile che per la prima volta si potrà apprezzare a Firenze.

Le Mixed Martial Arts, ovvero le arti marziali miste sono uno sport da combattimento a contatto che implica l’utilizzo di diverse tecniche insieme e che avviene all’interno di gabbie.

Nato e diffuso soprattutto negli Usa, sta prendendo sempre più piede anche in Italia.

Carlo di Blasi, promoter di eventi sportivi e presidente di Fight 1, la federazione degli sport da combattimento, spiega perché la scelta è ricaduta su Firenze.

A far pendere l’ago della bilancia sul capoluogo toscano è stata soprattutto la vocazione di questa città e della Toscana, in generale, ad essere una terra di combattimenti. I motivi per cui la Toscana sia una “fighting land”, come dicono gli americani di loro stessi, sono: il calcio storico presente e ben radicato a Firenze, il pugilato fortissimo, le numerosissime associazioni sportive dilettantistiche di arti marziali e di sport da combattimento in ogni borgo e soprattutto il gran numero di atleti in grado di trascinare pubblico e media locali.

Un’occasione unica, dunque, nella città toscana, dopo anni di combattimenti fruibili quasi esclusivamente in televisione. Il format sarò lo stesso che ad aprile a Torino è piaciuto di più: Bellator Mma + Bellator Kickboxing + un terzo show a sorpresa.

Ci sarà la gabbia che scende dall’alto inserendosi e sostituendo il ring: un brevetto tutto italiano su idea di Paolo Boccotti. Al centro del ring del Mandela Forum ci saranno i più forti fighters mondiali pronti a sfidarsi fino all’ultimo colpo.

 

Gloria Peritore punta al titolo mondiale

La campionessa italiana Gloria Peritore (ph. Niccolò Celeste Geddes)

La campionessa italiana Gloria Peritore (ph. Niccolò Celeste Geddes)

E tra questi la fiorentina di adozione Gloria Peritore (nella foto) una giovane atleta, che proprio a Firenze combatterà per il titolo mondiale. Gloria è pluri-campionessa italiana di Oktagon (2014 e 2015) e vincitrice della seconda edizione di Bellator Kick-boxing “Dynamite 2”, che si è svolta a giugno a Saint Louis (Stati Uniti).

In uno dei circuiti più importanti e prestigiosi del mondo di Mixed Martial Arts, seguito da oltre cento paesi nel mondo, Gloria ha battuto, contro ogni pronostico, la favorita l’olandese Denise Kielholtz.

L’evento di Firenze inizierà alle ore 18.00 e si svilupperà in tre atti: il circuito internazionale di kickboxing con tutte le stelle di questa disciplina che si contenderanno il titolo mondiale, la Bellator Kickboxing, nuova promotion di Bellator caratterizzata da molti dei migliori kickboxer e infine l’attesissima apparizione della gabbia di Bellator in cui si affronteranno sul ring, o meglio in gabbia, i migliori atleti di tutto il mondo, per i match di arti marziali miste, l’Mma per l’appunto.

Tra questi anche gli italiani Alessio Sakara, tra i più noti fighter in circolazione e l’attesissimo rientro, dopo la vittoria di Torino, del pluricampione mondiale Giorgio Petrosyan e con lui i più forti italiani contro i campioni internazionali.

Oktagon nasce nel 1996 da un’idea di Carlo Di Blasi e il suo nome deriva dall’iniziale formula in cui otto atleti di otto diverse discipline marziali si affrontavano.

Erano i tempi pioneristici del free fight, il combattimento libero. Negli anni gli sport da combattimento si sono codificati e organizzati a livello mondiale e Oktagon è diventato il gala più importante d’Europa ed uno dei tre più grandi al mondo di thaiboxe, kickboxing, Mma e Savate, le quattro discipline del ring.

In particolare il circuito Oktagon si divide in quattro sessioni, ognuna dedicata al paese di provenienza delle diverse discipline sportive in cui è articolato.

La più famosa è Oktagon Made in Thailand dedicata alla muay thai, la boxe thailandese, con la famosa sfida Thailandia-Italia. Poi Oktagon Made in Japan, Oktagon Made in USA che è la parte dedicata alle Mix Martial Arts, oggi la quinta disciplina sportiva più popolare in America, e infine Oktagon Made in France per i palati fini. In questa parte è di scena la Savate, l’antica disciplina da combattimento dei bassifondi di Marsiglia e difesa personale.