Home Sport Calcio A Bergamo Napoli in panne anche con i titolarissimi. Poi Milik mette...

A Bergamo Napoli in panne anche con i titolarissimi. Poi Milik mette la pezza: 2 a 1

50
0
Napoli PSG Eindhoven Ancelotti
Il tecnico Carlo Ancelotti durante la partita PSG Eindhoven - Napoli (Ph. SSCN).

Un lampo iniziale, l’improvviso vantaggio con un tocco di Fabian Ruiz, poi poca roba. Il Napoli di Ancelotti non diverte e non convince. Ma riesce a vincere.

90 minuti scialbi e confusi. Gli azzurri non incantano

Il Napoli va in campo con i titolarissimi ma senza la giusta condizione mentale. Gli azzurri, soprattutto nelle ripartenze, giocano poco col pallone a terra, frequenti gli errori nei lanci. I tre Nanetti – Insigne, Mertens e Calleijon – si vedono poco anche in seguito alla scelta tattica sparagnina di Carlo Ancelotti.

Non appare insomma come una schiacciasassi la squadra partenopea checché ne dicano i commentatori di Sky sempre attenti nel cercare di vendere bene le partite intese soprattutto come prodotti commerciali.

Primo tempo in definitiva poco grintoso, scialbo e confuso, quello degli azzurri. Soltanto un ricordo le geometrie perfette, i passaggi cronometrici delle ultime tre stagioni. Lanci spesso lunghi e imprecisi alla viva il parroco. Lo spettacolo lascia a desiderare. Finale di tempo tutto atalantino contro un Napoli decisamente brutto.

Nella manovra degli azzurri mancano la determinazione, la cattiveria, la precisione. Una sofferenza i primi 45 minuti per gli spettatori di palato fino.

Non cambia la musica nella ripresa, lo spartito è narcotizzante.

Come contro il Chievo, il Napoli si smarrisce tra lapsus e amnesie. Le veloci triangolazioni negli spazi stretti appartengono all’album dei ricordi.

E’ una formazione in deficit di consapevolezza dei propri mezzi quella che si vede in campo a Bergamo. Una questione di autostima perduta, forse. Non c’è dubbio, per arrestare la metamorfosi della personalità della squadra è  affare da psicanalista.

All’inizio del secondo tempo accade l’inevitabile. Una zampata dell’ex Zapata riporta in risultato in equilibrio. Sul finire Ancelotti effettua il cambio vincente. Entra in campo Milik e un suo tocco si rivela vincente. Finisce 2 a 1, la classifica delle prime al termine della 14esima giornata penalizza soltanto l’Inter.

Molto da registrare nel Napoli in vista dell’allenamento di sabato contro il Frosinone e del match decisivo col Liverpool in Champions.

03/12/2018  h.22.20