A caccia di cibo. Il Signor Covid impone la sostituzione della clava col carrello del Supermercato

A caccia di cibo. Il Signor Covid impone la sostituzione della clava col carrello del Supermercato

23 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Invece della clava usano il carrello. Ma la funzione e l’effetto sono gli stessi. Il Signor Covid, relegando gli uomini del Terzo Millennio nelle proprie tane, ha fatto loro riscoprire l’ansia per il soddisfacimento di quel Bisogno primordiale che accomuna tutti gli animali: il Bisogno di cibarsi.

Il ritorno comportamentale ai Primordi è incentivato anche dagli altalenanti allarmi in materia di chiusura delle Frontiere, di blocco degli Autotrasportatori, delle conseguenti mancanze di Materie Prime e dell’esaurimento delle scorte alimentari presenti nei Depositi della Grande Distribuzione.

Allarmi che riportano indietro l’orologio del Tempo.

E come ai tempi della Pietra il principale interesse e la principale attività dei Quarantenati è diventata quella di procacciarsi cibo. Una attività legata a un bisogno peraltro da sempre presente negli Umani ma da tempo tenuto sottotraccia e nascosto dalla facilità nel procurarsi gli alimenti, facilità almeno per quanti il piatto di lenticchie riescono a metterlo in tavola.

E’una ricerca quotidiana spasmodica riservata a Quanti non sono impegnati in trincea a combattere il Flagello e a Quanti non amano trascorrere il tempo trastullandosi con arzigogolamenti intellettuali o non possono far leva sulla Creatività, preziosa via di fuga dalla noia dell’isolamento.

Altro aspetto della Quarantena è quello legato al riscoperto Bisogno dell’Uomo del Carrello (Bisogno non dissimile all’Esigenza del Progenitore della Pietra) di fare incetta di alimenti nel timore di restarne sprovvisto. Preoccupazione diffusa, al pari di quella presente negli Scoiattoli (ricordate Cip e Ciop?) o in altri Animali Non Umani dalle dispense mai vuote.

Detto ciò, in questo periodo di isolamento il rischio è che si finisca col badare più alla quantità che alla qualità dei prodotti.

Le pulsioni primordiali del Neandertaliano tornano dunque a far capolino tra gli scaffali dei Supermercati, tra le diavolerie delle intelligenze artificiali e tra le meraviglie delle macchine più sofisticate.

Ma – castrato dalla Paura – l’Uomo della Pietra col Carrello non può dare libero sfogo all’altro istinto primordiale, quello sessuale. Il Signor Covid ha vietato questa attività ormai ridottasi ad affare per impavidi temerari. Gli altri – i Casti – si consoleranno con un piatto di gnocchi o altro. Ma – sia chiaro – non di gnocche o di cetrioli…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.