Home Economia Economia italiana A Natale 2017 un italiano su due regala cultura

A Natale 2017 un italiano su due regala cultura

Natale regali cultura

Tour nelle città d’arte, libri, ingressi al cinema, teatro, mostre e concerti. Quest’anno a Natale il 51% degli italiani regalerà cultura.

Natale 2017: un italiano su due regala cultura

Il Natale sta arrivando portandosi dietro tutta la sua magica atmosfera: città abbellite da infinite piccole luci, alberi e presepi che illuminano le case, negozi adornati e straboccanti di oggetti invitanti. Anche se è principalmente una ricorrenza religiosa, non possiamo non considerare il lato commerciale della festa più attesa dell’anno; perché il Natale non è Natale senza un pacchetto, un regalo, un dono.

E quindi, proprio in questa ultima settimana, ci sarà la corsa all’acquisto del regalo perfetto. Allora viene da chiedersi: cosa troveranno gli italiani sotto l’albero?

 

Scartare cultura: un regalo davvero originale

Uno studio promosso dall’agenzia Espresso Communication e condotto su mille italiani emerge che quest’anno a Natale oltre un italiano su due (51 per cento) regalerà cultura.

Il desiderio di donare esperienze da condividere con la famiglia, gli amici e le persone care (51 per cento), la facilità di fruizione e di acquisto di prodotti ed esperienze culturali (49 per cento) e la possibilità di regalare un momento di arricchimento culturale (37 per cento) sono solo alcune delle motivazioni che si nascondono dietro a questa scelta.

Tra i regali più gettonati i tour e le gite alla scoperta delle meraviglie artistiche e culinarie del Bel Paese (41 per cento), un buon libro (38 per cento), biglietti e abbonamenti per assistere a uno o più proiezioni cinematografiche (31 per cento) o spettacoli teatrali (27 per cento) e infine visite guidate alla scoperta di edifici storici, monumenti o siti archeologici (30 per cento).

Una tendenza che riguarda tutto lo Stivale, ma diffusa principalmente al Nord (69 per cento), seguita dal Centro (55 per cento) e dal Sud e Isole (30 per cento) e confermata dai recenti dati pubblicati nel 13° rapporto annuale di Federculture, che evidenzia significativi segnali di ripresa del settore e una spesa complessiva dei cittadini pari a 68,4 miliardi nel 2016, +1,7 per cento rispetto al 2015.

Una propensione a spendere in cultura che, secondo i dati, ha riguardato tutti i settori. In crescita gli italiani che vanno a teatro (+2 per cento), al cinema (+5 per cento), visitano i musei, mostre (+4 per cento) e siti archeologici (+5,4 per cento).

Per ricreazione, spettacoli e cultura la spesa media mensile, a livello nazionale pari a 130 euro al mese, è nettamente superiore al Nord (circa 160 euro) seguita da Centro (129 euro), Sud (90 euro) e Isole (80). Tra

le regioni che, anche nel 2016 hanno mostrato una maggiore propensione ai consumi culturali, ci sono il Trentino Alto Adige (209 euro), seguita dalla Lombardia (177 euro).

In aumento anche il turismo culturale, uno dei segmenti più importanti del turismo nazionale, di cui costituisce il 36 per cento in termini di arrivi (quasi 42 milioni nel 2016), e il 27 per cento per le presenze, che hanno invece raggiunto i 110 milioni.

“Regalare cultura per Natale rappresenta un modo diverso e intelligente per rilanciare un settore basilare per il nostro Paese – spiega l’attore e regista Edoardo Sylos Labini – Non parliamo di bonus elettorali ma di una chiara strategia di educazione dei giovani di oggi, che saranno la classe dirigente del futuro, ad amare e difendere il patrimonio artistico e culturale che tutto il mondo ci invidia. Mettere sotto l’albero un biglietto per andare a teatro, un libro, un ingresso ad una mostra rappresenta quindi un atto d’amore non solo verso chi lo riceve, ma soprattutto verso il futuro del nostro Paese”.

E se è vero, come sosteneva il filosofo Hans Georg Gadamer, che

“La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande”

l’offerta per Natale è davvero illimitata e variegata.

Ecco qualche suggerimento per donare esperienze

Per chi vuole regalare un’esperienza culturale nel luogo simbolo della città di Milano, la Veneranda Fabbrica del Duomo propone una gift card alla scoperta dei tesori racchiusi nella Cattedrale.

Il Museo Diffuso Empolese Valdelsa – MuDEV propone “Regala i tuoi musei“, ovvero un biglietto unico ai ventun musei del sistema.

Per chi desidera trascorrere le feste in famiglia, regali irrinunciabili sono i libri “Nonno parlami di te” e “Nonna parlami di te”, un diario per condividere e conservare il prezioso patrimonio dei ricordi, da far compilare ai propri nonni tra buon cibo e uno sguardo alle foto del passato.

Per confezionare un regalo a regola d’arte, la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia propone una membership card con accesso illimitato al museo.

E ancora per gli appassionati di musica il Lingottomusica riserva prezzi speciali per assistere ai concerti.

Si conferma anche quest’anno la Manzoni Card Natale, un prezioso pass per assistere agli spettacoli di uno tra i più prestigiosi teatri italiani.

Infine, se per visitare le principali città italiane senza pensieri e saltando le code un regalo molto gradito è il City pass, la Regione Toscana propone la “Visita Gift Card”, una sorpresa speciale dedicata a chi ama l’arte, la cultura e i sapori della Toscana!