Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, la stagione si chiude con il canto degli artisti

Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, la stagione si chiude con il canto degli artisti

10 Luglio 2020 0 Di Redazione In24

È aperto gratuitamente al pubblico il concerto di canto degli artisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino a chiusura dei corsi di questa stagione.

Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, si chiude con il concerto di canto degli artisti

Arie e duetti d’opera dalle composizioni di Mozart, Puccini, Rossini, Verdi nel concerto di canto degli artisti che chiude la stagione dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e che sarà aperto gratuitamente al pubblico martedì 14 luglio alle 21 al Teatro del Maggio Fiorentino.

I biglietti per i seicento posti disponibili nel rispetto delle norme per l’emergenza Coronavirus sono già in distribuzione presso la biglietteria del Maggio.

I soprano Carmen Buendía, Rosalia Cid, Valentina Corò, il mezzosoprano Julia Costa, Francesca Di Sauro, il basso Michele Gianquinto, il baritono William Hernandez, il soprano Nikoleta Kapetanidou, il basso Shuxin Li, il soprano Francesca Longari, il soprano Chiara Mogini, il tenore Dave Monaco, il soprano Marilena Ruta, il baritono Francesco Samuele Venuti, con al pianoforte Claudio Capretti e Claudio Marchetti sono tutti artisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino che terminano il loro corso di studio e perfezionamento.

Gli artisti saranno impegnati in un nutrito programma di arie e duetti da Georges Bizet, Arrigo Boito, Gaetano Donizetti, Georg Friedrich Händel, Rosendo Mato Hermida, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini, Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi dalle opere La jolie fille de Perth (Bizet) , Mefistofele (Boito), L’elisir d’amore e Roberto Devereux ( Donizetti), Giulio Cesare (Handel), Lela (Hermida), Le nozze di Figaro (Mozart), Gianni Schicchi (Puccini), L’italiana in Algeri (Rossini), I masnadieri, Flastaff, Un ballo in maschera (Verdi).

Il programma proposto scelto da ognuno degli allievi secondo la propria sensibilità, gusto e predisposizione rivelerà al pubblico le loro capacità e doti interpretative affinate – oltre che nelle numerose lezioni e corsi che seguono nel biennio – già anche sul palcoscenico del Maggio nelle rappresentazioni delle opere nelle quali gli artisti dell’Accademia sono frequentemente chiamati a interpretare i personaggi come parte integrante del loro percorso formativo.

I biglietti omaggio sono già in distribuzione presso la biglietteria del Maggio nei consueti orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e falle 15 alle 18 sabato dalle 10 alle 13. Domenica e lunedì la biglietteria è chiusa. Il giorno del concerto, martedì 14 luglio, la biglietteria oltre ai consueti orari della mattina riaprirà nel pomeriggio alle 15 con orario continuato fino alle 21 all’inizio del concerto.

Ecco il programma del concerto

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL: da Giulio Cesare: “Svegliatevi nel core” – mezzosoprano Julia Costa

GEORGES BIZET: da La jolie fille de Perth: “Quand la flamme de l’amour” – basso Michele Gianquinto

WOLFGANG AMADEUS MOZART: da Le nozze di Figaro: “Hai già vinta la causa … Vedrò mentr’io sospiro” – baritono William Hernandez. “La vendetta, oh la vendetta” – basso Shuxin Li

GIOACHINO ROSSINI: da L’italiana in Algeri: “Le femmine d’Italia” – baritono Francesco Samuele Venuti. “Amici, in ogni evento … Pensa alla patria” – mezzosoprano Francesca Di Sauro

GAETANO DONIZETTI: da Roberto Devereux: “E Sara… Vivi, ingrato” – soprano Nikoleta Kapetanidou; da L’elisir d’amore: “Esulti pur la barbara” – soprano Marilena Ruta, tenore Dave Monaco; “Come sen va contento… Quanto amore” – soprano Marilena Ruta, baritono Francesco Samuele Venuti

ROSENDO MATO: Lela – (arrangiamento di Juan Durán) – soprano Rosalia Cid

GIUSEPPE VERDI: da I masnadieri: “Tu del mio Carlo al seno” – soprano Carmen Buendía; da Falstaff. “Dal labbro il canto estasïato vola” – tenore Dave Monaco; da Un ballo in maschera: “Morrò, ma prima in grazia” – soprano Chiara Mogini.

ARRIGO BOITO: da Mefistofele: “L’altra notte in fondo al mare” – soprano Valentina Corò.

GIACOMO PUCCINI: da Gianni Schicchi: “O mio babbino caro” – soprano Francesca Longari; Pianoforte Claudio Capretti, Claudio Marchetti.