Affaire Consip & Cemento, Lotti cercò di coinvolgere Emiliano

Affaire Consip & Cemento, Lotti cercò di coinvolgere Emiliano

24 Febbraio 2017 0 Di Marino Marquardt

Affaire Consip, scoop di Marco Lillo sul Fatto quotidiano sull’inchiesta che coinvolge Luca Lotti: il ministro cercò di coinvolgere anche Michele Emiliano.

Affaire Consip, Lottì cercò di coinvolgere Emiliano

Affaire Consip, l’ennesima chicca la regala oggi Marco Lillo sul Fatto Quotidiano.it. Uno scoop ai margini dell’inchiesta che vede coinvolti il ministro Luca Lotti, fidatissimo dell’ex premier e il Babbo Tiziano; una notizia clamorosa ai margini degli inevitabili veleni che si accompagnano alle competizioni elettorali.

Nella fattispecie le primarie del Pd. Il Fatto rivela che Lotti raccomandò Carlo Russo – rappresentante farmaceutico, faccendiere e amico di Tiziano Renzi – a Michele Emiliano.

Il ministro Lotti, indagato a Roma per favoreggiamento e rivelazione di segreto in un’indagine che vede al centro proprio Carlo Russo e Tiziano Renzi, accreditava lo stesso Russo addirittura con il governatore pugliese come uno da stare a sentire” si legge sul Fatto.

Scopo della raccomandazione un affare milionario tra mattoni e cemento. Alcune intercettazioni ambientali eseguite dal Noe dei carabinieri negli uffici dell’imprenditore napoletano Alfredo Romeo, nell’estate del 2016, svelarono infatti che Russo, amico di Tiziano Renzi, propose a Romeo un affare immobiliare da realizzarsi col padre dell’ex premier in Puglia, per l’esattezza a Castro dove lo stesso Russo ha casa.

in quel contesto – scrive il Fatto – Russo si vanta con Romeo dei rapporti con Emiliano e con il viceministro allo Sviluppo economico, la pugliese Teresa Bellanova.

Un giro tortuoso finalizzato a far soldi, hobby da sempre di Babbo Renzi, una vita tra società, imprese e crack. E’ la nuova puntata dell’intreccio infinito tra politica, Giglio magico & affari.

Da Banca Etruria al tentativo di mettere le mani sull’affare da due miliardi e settecento milioni degli acquisti Consip, dall’amico di famiglia Denis Verdini a Flavio Carboni, “consulente” incappucciato di Babbo Boschi, dalle relazioni pericolose di Lotti ai rapporti con i Poteri forti di Matteo Renzi. L’ambientino toscano, insomma, è tutto borderline. E la telenovela affari & politica non è ancora finita…