Al Bremen Classic Volkswagen porta l’eleganza italiana della Karmann Ghia coupè

31 Gennaio 2020 0 Di Redazione In24

L’eleganza italiana di 65 anni fa: è la Volkswagen Karmann Ghia, l’ultimo coupè Type 14 realizzato dalla casa tedesca in mostra al Bremen Classic.

Volkswagen Karmann Ghia Coupè: fascino italiano, Maggiolino tedesco

E’ l’ultimo coupè realizzato dalla #Volkswagen: è la Karmann Ghia Type 14, il solido Maggiolino tedesco sotto e l’eleganza italiana sopra. Ha 65 anni, perché fu lanciata sul mercato nel 1974. Ed ora torna a far bella mostra di sé, al 18esimo Salone Bremen Classic, il salone dell’Heritage che si tiene a Brema da oggi 31 gennaio fino al 2 febbraio, grazie all’impegno congiunto di Volkswagen Classic con #volkswagen Veicoli commerciali Oldtimer, #volkswagen Classic Parts, Audi Tradition e 1. Käferclub Wolfsburg.

La stagione delle auto classiche, dunque, si apre con il botto, in Germania: #volkswagen Classic celebra il 65° anniversario della Karmann Ghia Type 14 coupè portandola al Salone classico di Brema.

All’inizio degli anni ’50, Wilhelm Karmann, capo della casa automobilistica di Osnabrück, sognava un ragno scoperto sulla base del Maggiolino #volkswagen.

Nella primavera del 1953, commissionò al suo amico Luigi Segre, proprietario della Carrozzeria Ghia di Torino, la progettazione di un’auto sportiva convertibile.

Quell’ottobre, Karmann ispezionò il risultato in un garage a Parigi, e fu felice – sebbene ciò che vide fosse in realtà un coupé chiuso. L’elegante prototipo colpì anche all’epoca il direttore generale della Volkswagen, Heinrich Nordhoff, e fu presa la decisione di sviluppare un modello di produzione di una coupé 2 + 2.

Fu così che Karmann decise di rivestire il solido Maggiolino tedesco con una marcata ed elegante livrea italiana.

Un’ampia area salotto anteriore, due splendidi quadranti rotondi e una velocità massima di 116 km / h conferivano alla vettura un aspetto che irradiava piacere di guida. Dopo lievi modifiche alla carrozzeria – compresa l’aggiunta di quelle caratteristiche prese d’aria nella parte anteriore della vettura – la coupé completamente sviluppata fu presentata ai media il 14 luglio 1955 al Casino Hotel di Georgsmarienhütte.

Il nuovo, elegante Karmann Ghia Coupé (Tipo 14), basato sul #volkswagen Tipo 1, fu subito un successo lì, proprio come lo fu al lancio ufficiale dell’auto all’IAA nel settembre 1955.

La produzione iniziò nell’agosto del 1955 e ciò che seguì fu una storia di successo senza pari: la #volkswagen Karmann Ghia conquistò il cuore di uomini e donne in tutto il mondo.

Il sogno open-top: Karmann Ghia Type 14 Cabriolet

E due anni dopo, nel novembre del 1957, dalla catena di montaggio iniziò ad uscire anche la #volkswagen Karmann Ghia Type 14 Cabriolet.

“L’auto dei sogni per gli automobilisti esigenti che amano guidare velocemente, anche con il tetto abbassato”,

dicevano i depliant stampati nel 1958. La capote convertibile stabilisce parametri di riferimento in termini di lavorazione, materiale e silenziosità.

La produzione continuò per 19 anni, poi dopo 362.601 coupé e 80.881 cabriolet la Karmann Ghia Type 14 è andata in pensione nel 1974, quando #volkswagen l’ha sostituita con la protagonista di una nuova era: la Scirocco.

2020: di nuovo in mostra a Brema

L’ultima #volkswagen Karmann Ghia è stata realizzata il 31 luglio 1974: aveva 50 CV, 1.584 cc e una vernice rossa Phoenix. Fino ad ora, la si è potuta vedere solo nella collezione di automobili della #volkswagen a Osnabrück. Ma ora, per la prima volta, è uscita dalla fabbrica per sbarcare al 2020 Classic Motorshow di Brema.

Il Karmann Ghia Type 14 di Volkswagen Classic può essere visto nel padiglione 5 dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020, insieme ad altre mostre della ricca storia di Volkswagen.

Con lo slogan “Tradizione connessa” #volkswagen Classic torna con #volkswagen Nutzfahrzeuge Oldtimer, Audi Tradition, #volkswagen Classic Parts e 1. Käferclub Wolfsburg al Bremen Classic, dove sono attesi circa 650 espositori provenienti da dodici Paesi diversi su un’area di 47 mila m² e dove 45 mila visitatori troveranno oltre 100 club, un grande mercato dei ricambi e una fiera internazionale di vendite internazionale, nonché gli stand dei produttori.