Al Napoli non basta un tocco di culo di Mertens. L’Atalanta vince 2 a 1

Al Napoli non basta un tocco di culo di Mertens. L’Atalanta vince 2 a 1

22 Aprile 2019 0 Di Marino Marquardt

Scorrono tra pochi lampi e noti limiti di gioco i 90 minuti per i volenterosi pochi intimi del San Paolo. Per Napoli-Atalanta – saldo di fine stagione – sono circa in 15mila sugli spalti.

Pasquetta al San Paolo per pochi intimi

E’ forse il record negativo in assoluto della storia dello Stadio di Fuorigrotta. Perfino gli habitué della Curva B disertano l’appuntamento. Ed è quanto dire… E’ un ulteriore segnale del pessimo umore della tifoseria. Soltanto i commentatori delle tv nazionali e locali sembrano non avvedersi del fallimento stagionale dovuto al cambio di Panchina e alle scellerate scelte societarie. E ciò a riprova del fatto che Carlo Ancelotti gode di buona stampa.

Match senza importanza per il Napoli, match fondamentale per l’Atalanta in corsa per due traguardi: quello della qualificazione in Champions o – nel caso peggiore – per quella nella Europa League. Ma la volata al momento si presenta affollata. E un eventuale passo falso dei bergamaschi potrebbe pregiudicare il raggiungimento di entrambi gli obiettivi per gli stessi. Atalanta tonica, dunque, quella che scende in campo.

Di fronte a una avversaria mossa dall’imperativo di non perdere, c’è un Napoli i cui interpreti sono chiamati ad una sorta di esame di riparazione. Con la stagione archiviata con largo anticipo, Carlo Ancelotti lavora al futuro. E le restanti partite rappresenteranno soprattutto occasioni per ulteriori sperimentazioni dopo quelle già provate dall’inizio di questa fallimentare stagione.

Azzurri, primo tempo decente, ripresa da dimenticare

Nell’anniversario della vittoria a Torino contro la Juve grazie al gol di Koulibaly –  successo che fece sognare lo scudetto all’ombra del Vesuvio – il Napoli va in campo con la disposizione mentale tesa ad onorare il ricordo di quel momento magico. E’ una squadra volenterosa il Napoli in versione Pasquetta. Al 28’ Mertens scioglie la Gloria pagana della Pasquetta. Lo fa con un tocco di culo (la licenza lessicale in questo caso è appropriata e fortemente tentatrice… ndr), secondo quanto giurano i cronisti Sky. Ora al campione belga manca un gol per uguagliare il record di Maradona in maglia azzurra. Risulterà tra i migliori in campo insieme con Koulibaly.

Atalanta in zona Champions

Segue la sagra delle occasioni pedute dall’una e dall’altra parte fino al gol del pareggio realizzato dall’ex Zapata. Poi l’Atalanta assume il comando del gioco e nel Napoli affiorano i noti limiti. Il ko bergamasco all’80’. Lo assesta Pasalic. L’Atalanta raggiunge il Milan ed è in zona Champions

Finisce 1 a 2. E’ un risultato che dà la stura ai cori ostili degli spalti. Una sconfitta all’ombra dell’infittirsi del mistero-Insigne. Il campione di Frattamaggiore ancora una volta è stato lasciato in panchina da Ancelotti.

Magro il bilancio del Napoli delle ultime sei partite tra campionato e Champions. Soltanto 4 punti sui 18 in palio. Media da retrocessione e non da qualificazione al massimo Torneo europeo. E tre punti in meno rispetto al primo anno di Maurizio Sarri…

22/04/2019   h. 21.00