Al San Paolo spettacolo Napoli, a Cagliari decide… Calvarese. E Gasp fa il colpaccio a Roma

Al San Paolo spettacolo Napoli, a Cagliari decide… Calvarese. E Gasp fa il colpaccio a Roma

06 Gennaio 2018 0 Di Marco Martone

Il Napoli supera il Verona e mantiene la testa della calssifica. La Juventus batte il Cagliari con… l’aiutino. Male Inter e Roma. Risale il Milan, la Lazio vince grazie a super Immobile.

La prima giornata del nuovo anno conferma le indicazioni avute nel finale del girone di andata. Napoli e Juventus la fanno sempre più da padrone in un torneo in cui le rivali delle due battistrada cominciano a segnare il passo. Gli azzurri, dopo l’amarezza per l’eliminazione dalla Coppa Italia ad opera dell’Atalanta, proseguono nella loro striscia vincente, battendo al San Paolo il Verona (2-0), grazie alle reti di Koulibaly e Callejon. Partita non facile, a dispetto del divario in classifica tra le due squadre, perché gli Scaligeri hanno tenuto bene il campo, mostrando una grande fase difensiva. Nella ripresa, però, è emerso il valore dei padroni di casa che, dopo aver colpito un palo con Insigne, sono passati con un gol del difensore. A quel punto la gara era virtualmente chiusa e il raddoppio di Callejon serve solo per le statistiche.
Tiene il passo del Napoli la Juventus che vince con grande sofferenza a Cagliari (1-0). Tante polemiche al termine della gara sia per il gol di Bernardeschi, segnato mentre Pavoletti era a terra colpito da una gomitata, sia per il mancato utilizzo del Var, sul fallo di mani in area dello stesso Bernardeschi, che l’arbitro Calvarese non ha inteso punire con un calcio di rigore che è apparso a tutti molto evidente.
Alle spalle cp’è il baratro, visto che l’Inter non è andata oltre il pareggio (1-1) sul campo della Fiorentina e la Roma, scossa dal caso Nainggolan, sospeso dopo le bravate di fine anno, si è fatta battere sul proprio terreno di gioco dall’Atalanta (1-2), costretta a giocare anche in inferiorità numerica per gran parte della gara. Gran momento per la formazione allenata da Giampiero Gasperini, che alla ripresa del torneo dovrà vedersela proprio contro il Napoli capolista.
Fa festa, invece, la Lazio che stravince a Ferrara (2-5) contro la Spal, trascinata da un Immobile in vena di prodezza. Ben 4 i gol per l’attaccante biancoceleste che ora è al comando della classifica dei marcatori con 20 reti all’attivo. Epifania di gloria anche per il Milan che vince (1-0) contro il Crotone e prende un po’ di continuità di risultati, dopo la vittoria con l’Inter in Coppa Italia.
Mazzarri, intanto, torna ad allenare in Italia ed esordisce con una squillante vittoria, Il suo Torino liquida con un perentorio 3-0 un modesto Bologna. Prova l’impresa, invece, il Benevento, alla seconda vittoria consecutiva. I sanniti battono 3-2 la Sampdoria e ora inseguono a “sole” 6 lunghezze di distanza il Verona penultimo a 13 punti. Nelle altre partite la vittoria del Genoa (1-0) sul Sassuolo e il pareggio (1-1) tra Chievo e Udinese.
Ora il campionato va in ferie, per due settimane. Si parlerà, molto, di mercato tra poche notizie vere e molte false illusioni.