Anche a Pisa la Fai Marathon per salvare arte e natura

Anche a Pisa la Fai Marathon per salvare arte e natura

12 Ottobre 2016 0 Di Patrizia Russo

Domenica 16 ottobre a Pisa, e in 150 città italiane, torna la Fai Marathon, le passeggiate in 600 meraviglie dell’arte e della natura da visitare per sostenere la raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”.

Domenica 16 la Fai Marathon in 150 città

Domenica 16 ottobre 2016 torna in 150 città d’Italia l’appuntamento con “FAI Marathon”, l’evento nazionale nato cinque anni fa dalla collaborazione con il Gioco del Lotto e realizzato dai Gruppi Fai Giovani a sostegno di “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, la campagna di raccolta fondi per il patrimonio d’arte e natura italiano che prosegue fino al 31 ottobre.

Una passeggiata culturale nell’Italia più bella che, grazie ai 150 itinerari tematici permetterà di vivere una giornata da “turisti a casa nostra”, emozionante e imperdibile, alla scoperta di luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale. Luoghi che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città.

Sono, infatti, oltre seicento i luoghi aperti in tutta Italia per la Giornata Fai di autunno 2016, che torna ogni anno ad aprire palazzi, chiese, teatri e cortili delle nostre città, con itinerari tematici ed eventi speciali.

L’appuntamento è fissato in ogni città domenica 16 ottobre per una giornata di arte e cultura tra passeggiate da costruire tappa dopo tappa.

 

Fai Marathon, ecco gli itinerari a Pisa

Gli itinerari con le attrazioni da visitare nel corso della Fai Marathon di Pisa.

Gli itinerari con le attrazioni da visitare nel corso della Fai Marathon di Pisa.

La delegazione di Pisa del Fai e il Fai Giovani di Pisa hanno organizzato, con il patrocinio del Comune, un percorso di 2 chilometri, in cui il visitatore potrà conoscere uno degli aspetti più caratteristici della Pisa medievale, ovvero la diffusione degli ordini monastici e delle strutture che li ospitarono, soffermandosi in modo particolare sul chiostro, punto di aggregazione di questi complessi.

A Pisa – racconta la coordinatrice del gruppo Giovani Fai di Pisa, Eleonora Annunziata, giovane ricercatrice del Sant’Anna – abbiamo organizzato un percorso nella città che parte dal chiostro della Chiesa di Santa Maria del Carmine in Corso Italia, edificato ad opera dei Carmelitani nel XIV secolo, arriva al chiostro del Museo di San Matteo, fondato nel 1207 ad opera delle Benedettine e si conclude al chiostro di Santa Croce in Fossabanda, costruito per le monache domenicane nel 1325. Quest’anno come tema abbiamo scelto i chiostri, quelli spesso chiusi al pubblico e meno conosciuti, per raccontare la storia di questi angoli di verde non visibili, che arricchiscono il patrimonio artistico e culturale della città. Saranno i volontari del gruppo giovani Fai di Pisa, circa una trentina di studenti tra i 18 e i 35 anni, a raccontare la storia di questi chiostri, come erano in origine e come si sono evoluti nel tempo.

Partecipare il 16 ottobre a questa Giornata Fai d’Autunno consentirà ai pisani di riappropriarsi del loro patrimonio in modo spontaneo e coinvolgente e di visitare luoghi spesso altrimenti inaccessibili.

Per ulteriori informazioni sulla Fai Marathon e per gli itinerari nelle città coinvolte dall’iniziativa, il riferimento migliore è il sito www.faimarathon.it, oppure il centralino telefonico del Fai (02 467615366).