Apple Pay: anche in Italia iPhone diventa borsellino elettronico

Apple Pay: anche in Italia iPhone diventa borsellino elettronico

17 Maggio 2017 0 Di Redazione In24

Sbarca in Italia il sistema di pagamento contactless Apple Pay: ora sarà possibile pagare con iPhone al posto della carta di credito.

Apple Pay arriva in Italia

Arriva in Italia Apple Pay, il sistema di pagamento messo a punto dalla casa di Cupertino per trasformare il cellulare iPhone in un portafoglio digitale.

Si tratta di un sistema che, secondo la Apple, permette di pagare nei negozi, nelle app e sul web in modo semplice, riservato e soprattutto sicuro tramite il proprio smartphone.

Apple Pay è nato nel 2014, e prima di arrivare in Italia si è diffuso in vari Paesi, prima più lentamente poi sempre più rapidamente. Secondo Apple, esso viene già utilizzato da alcune decine di milioni di utenti in 14 Paesi, con un tasso di soddisfazione del 87 per cento, e solo nell’ultimo anno ha avuto una crescita del 450 per cento.

La relativa lentezza della sua diffusione dipende dalla integrazione che è necessario assicurare con i vari sistemi di pagamento. Apple Pay, infatti, si può utilizzare ovunque ci siano sistemi di pagamento “contactless”, cioè predisposti per comunicare con gli altri device come appunto gli smart phone.

Con questo sistema è possibile accreditare la propria carta di credito sul proprio smart phone. In pratica, laddove esiste un pos con sistema contactless è sufficiente accostare il proprio smartphone per far addebitare la transazione sulla propria carta.

Il sistema promette di essere sicuro, dal momento che Apple Pay non conserva i codici della carta nella sua memoria nè su altri server, e soprattutto non li comunica al dispositivo del venditore, a cui invia invece un proprio codice diverso per ciascuna transazione. Inoltre, il riconoscimento dell’utilizzatore avviene con un Id personale e con l’impronta digitale.

L’Italia è un mercato attraente per Apple proprio perché questi dispositivi sono molto presenti. E, come fa sapere Jennifer Bailey, Vice President di Apple Pay per gli Internet Services, sono stati stretti accordi con Unicredit, Carrefour Bank e Boon e ltri. Altri accordi potrebbero coinvolgere Eataly, Sephora, Ovs e Auchan. Tra i partner con cui Apple ha stretto accordi “che verranno lanciati più avanti nel corso dell’anno” ci sono anche CartaBCC, ExpendiaSmart, Fineco, Hype, N26 e Widiba. E anche i clienti Banca Mediolanum e American Express potranno presto utilizzare Apple Pay.

La questione delle interazioni non è di poco conto, perché senza integrazione con i sistemi di pagamento esistenti Apple Pay non può funzionare. Tra i partner ad esempio manca il gruppo Intesa, che sembra stia per lanciare un proprio sistema con Android. Ed altre banche hanno a disposizione propri sistemi di pagamento contactless simili a quello di Apple.