Area di crisi industriale di Marcianise, bando da 17 milioni per il rilancio

Area di crisi industriale di Marcianise, bando da 17 milioni per il rilancio

08 Giugno 2021 Off Di Redazione In24

17 milioni per rilancio imprese, attrazione investimenti e salvaguardia lavoratori messi a disposizione dal bando del Mise per l’Area di crisi industriale di Marcianise.

Pubblicato il bando Mise per l’area di crisi industriale di Marcianise

Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il bando che mette a disposizione 17 milioni di euro per iniziative imprenditoriali di rilancio dell’area industriale di Marcianise, che comprende l’intero territorio del Comune di Marcianise in provincia di Caserta.

Le agevolazioni del bando, previste dalla legge n. 181/1989, mettono a disposizione complessivamente oltre 17 milioni di euro, destinati a promuovere il rilancio delle attività industriali del territorio, anche tramite l’attrazione di nuovi investimenti, nonché la salvaguardia, la formazione e il reimpiego dei lavoratori coinvolti, compresi quelli dello stabilimento di Jabil.

Le domande potranno essere presentate ad Invitalia a partire dalle ore 12 del 5 luglio 2021 e sino alle ore 12 del 5 ottobre 2021.

Area di crisi industriale di Marcianise, domande a Invitalia dal 5 luglio al 5 ottobre 2021

Gli aiuti previsti dal bando sono quelli disposti dall’Accordo di programma per il rilancio dell’Area di crisi industriale di Marcianise sottoscritto il 21 dicembre 2017 da Ministero dello sviluppo economico, Regione Campania e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia.

L”intervento, attivato in base alla legge n. 181/1989, promuove la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nel territorio del Comune di Marcianise, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

Le risorse finanziarie disponibili ai fini della concessione delle agevolazioni ammontano a 17,68 milioni di euro, a valere sulle risorse stanziate dalla legge 30 dicembre 2004, n. 311.

Le domande di agevolazione debbono essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.a. – Invitalia, a pena di invalidità, secondo le modalità e i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata alla legge n. 181/1989 del sito istituzionale dell’Agenzia medesima (www.invitalia.it), a partire dalle ore 12.00 del 5 luglio 2021 e sino alle ore 12.00 del 5 ottobre 2021.

Informazioni e contatti esclusivamente tramite casella di posta elettronica: info@invitalia.it.