Arizona, donna uccisa dall’auto di Uber senza guidatore

Arizona, donna uccisa dall’auto di Uber senza guidatore

19 Marzo 2018 0 Di Redazione In24

Una donna è morta in Arizona (Usa) dopo essere stata investita da un veicolo Uber senza guidatore. La società ha sospeso i suoi esperimenti.

Auto senza guidatore di Uber uccide una donna

Sono diversi anni che l’industria dell’auto sta sperimentando i veicoli senza guidatore umano e comandati da sensori e cervelli elettronici. I principali timori sono sempre stati che ci possano essere rischi per i pedoni in caso di malfunzionamento. Ora quei timori sembrano prendere improvvisamente corpo, e nel modo più traumatico. Una donna è stata investita e uccisa in Arkansas, negli Usa, proprio da uno di questi veicoli, una autovettura di Uber. E la società ha dovuto prontamente fare retromarcia, sospendendo le sperimentazioni in corso in Canada e negli Stati Uniti.

L’incidente, perché tale dovrebbe essere, è accaduto a Tempe, in Arizona, nella notte tra domenica e lunedì. Il veicolo della Uber era in movimento, in modalità automatica, anche se un guidatore umano era presente a bordo del veicolo.

Il veicolo, a quante sembra, procedeva in strada, quando una donna che camminava lungo il margine della carreggiata avrebbe attraversato – a quanto pare al di fuori delle strisce pedonali – tagliando la strada al veicolo e venendone colpita.

Soccorsa e trasportata al vicino ospedale la donna è tuttavia morta per cause che sono ancora in corso di accertamento.

Sulla dinamica della tragedia investigano ora le competenti autorità statunitensi, a cominciare dall’Agenzia per la sicurezza della circolazione.

Ma intanto, la prima conseguenza è che l’incidente segna una battuta d’arresto sulla sperimentazione dei veicoli autoguidati, che insieme alle auto a trazione elettrica sono considerati il futuro delle automobili. Ed ovviamente si potrebbe allontanare il giorno in cui questi veicoli saranno messi a disposizione del pubblico.

Un portavoce di Uber Technologies Inc ha dichiarato infatti che la società ha immediatamente sospeso i test in corso a Pittsburgh, San Francisco, Toronto e nella Greater Area di Phoenix. In un tweet, Uber ha anche espresso le sue condoglianze alla famiglia della donna, ed ha affermato che la società ha collaborato pienamente con le autorità. Anche il Dipartimento di Polizia di Tempe ha fatto sapere che “Uber sta collaborando a quella che al momento è una indagine ancora aperta”.