Austria-Nord Macedonia: partita spettacolare in Romania!

Austria-Nord Macedonia: partita spettacolare in Romania!

13 Giugno 2021 0 Di Fabio Carolla

Austria-Nord Macedonia: debutto storico per i macedoni nel girone C di Euro 2020. Che match! 1 a 1 nel primo tempo; 3 a 1 finale.

Austria-Nord Macedonia: rose e presupposti del match

Prima volta per la Macedonia del Nord nella fase finale di un torneo; è abitudine, invece, per l’Austria che non abbasserà la guardia, per garantirsi un posto nella fase successiva. A Bucarest, in Romania, va in scena Austria-Nord Macedonia, per aprire il gruppo C di Euro 2020.

In casa – si fa per dire – gioca l’Austria, allenata da coach Foda. In attacco, Kalajdzic è supportato da Sabitzer poco dietro. Capitano Alaba sulla fascia sinistra, Baumgartner sulla fascia destra. Schlager e Laimer a centrocampo compongono la regia. Ulmer e Lainer terzini, con Hinteregger e Dragovic centrali di difesa. Bachmann a dare sicurezza tra i pali.

Per la Macedonia del Nord, siede in panchina Angelovski. Formazione molto difensiva, con un compatto 5-3-2: Dimitrievski tra i pali, Alioski e Nikolov terzini aggiunti; Musliu, Velkovski e Ristovski centrali di difesa. A centrocampo, il napoletano Elmas, accompagnato da Ademi e Bardhi. In attacco, la certezza del campionato italiano Goran Pandev, capitano commosso di questa nazionale, affiancato da Trajkovski.

Primo tempo: 1 a 1 nei primi 45 minuti, partita spettacolare

Il match inizia con il cuore dei macedoni, visibile dalle lacrime di commozione dei giocatori al momento dell’inno. Poi, anche in campo, la Macedonia del Nord attacca aggressivamente sui primi palloni. Pandev è ovunque in mezzo al campo, lottando su ogni palla.

Gli austriaci sono più tattici e preferiscono un possesso palla leggermente più sterile, che però non rallenta il gioco: la partita è accesa sin da subito.

Al 17esimo, a passare in vantaggio sono gli austriaci, con un gol spettacolare: il grande inserimento di Lainer è premiato dalla palla tagliata magnificamente da Sabitzer. Gol al volo del terzino austriaco e vantaggio della squadra di casa.

Marcel Sabitzer è da subito l’uomo più influente dei suoi: al 22esimo il suo cross perfetto non è sfruttato dai compagni di squadra, che sprecano l’occasione per raddoppiare il vantaggio.

I macedoni non si perdono d’animo: Pandev al 27esimo sfrutta il clamoroso errore di Bachmann, pareggiando i conti per la sua nazione.

Dopo il pareggio, l’Austria perde un po’ il controllo del gioco, ma continua ad affacciarsi verso la porta difesa da Dimitrievski. I macedoni non sono da meno e sfruttano il momento creato dal loro primo gol europeo, facendo leva sul sentimento della loro nazione, coinvolti dai boati dei tifosi presenti alla partita, mai in silenzio.

Per la Macedonia del Nord, fondamentale l’apporto di Velkovski, deciso e decisivo con i suoi interventi, utili a tenere invariato lo score. Il difensore salva un’importante opportunità austriaca, sul cross messo in mezzo da Laimer: interviene in vantaggio su Kalajdzic e allontana.

Austria-Nord Macedonia: che spettacolo!

Foda inizia il secondo tempo sostituendo il centrale Dragovic con Lienhart. La Macedonia, invece, inizia i suoi secondi 45 minuti di gara spingendosi in avanti alla ricerca del vantaggio.

Al 56esimo, arriva il momento per l’attaccante ex Inter Arnautovic, che affronta il suo ex compagno di squadra Pandev. Il match, nel secondo tempo, è più disteso nelle occasioni, per quanto gli animi si siano accesi.

I balcani, però, non rallentano mai il ritmo: provano continuamente ad attaccare ed al 63esimo sfiorano il tanto cercato vantaggio. Sul ribaltamento di fronte, arriva anche la prima grande occasione del secondo tempo austriaco: colpo di testa di Gregoritsch (subentrato a Baumgartner), si distende bene Dimitrievski e salva prontamente.

Finalmente, al 77esimo arriva il primo gol di un secondo tempo spettacolare e la seconda rete austriaca: Gregoritsch si avventa per primo, battendo il portiere macedone, sul cross di Alaba. Facile il tocco ravvicinato e 2 a 1 per l’Austria.

Negli ultimi minuti di gara, gli austriaci cercano di far scorrere più velocemente possibile le lancette dell’orologio, rallentando le operazioni del match. Visibile la frustrazione macedone, che poi perde il controllo del gioco.

Al 90esimo, l’Austria chiude la partita: su un pasticcio difensivo macedone, ne approfitta Arnautovic che supera l’estremo difensore macedone e conclude a rete.

In Romania, la partita finisce sul 3 a 1 per gli austriaci: primo trionfo in una partita del massimo campionato europeo per la squadra di Vienna.