Auto, ai napoletani piace quella di “seconda mano”

Auto, ai napoletani piace quella di “seconda mano”

30 Gennaio 2020 Off Di Marco Martone
Sergio Lanfranchi

In Campania il mercato delle auto usate nel 2019 chiude con il segno positivo (+2,4%) e si conferma come prima scelta.  Il diesel resta nettamente l’alimentazione più richiesta, mentre il green è ancora agli inizi. L’età media delle vetture in vendita è di 7,4 anni, il prezzo medio è di € 11.925.  La Fiat Panda è il modello più richiesto in assoluto, mentre tra le ibride spicca la Toyota Yaris e tra le elettriche la Nissan Leaf. Napoli prima provincia per passaggi di proprietà ma rispetto alla popolazione residente maggiorenne Caserta è la più dinamica. Caserta è anche la “più cara”, Avellino la “più economica”.

 

Ai campani le auto “usate” continuano a piacere. Il mercato delle auto di “seconda mano” ha infatti archiviato il 2019 con il segno positivo, registrando un incremento dei passaggi di proprietà del +2,4% rispetto al 2018. Si tratta di una crescita più marcata rispetto alla media nazionale (+0,5%). 

Il diesel continua a essere in assoluto la scelta preferita, mentre le auto più ecologiche rappresentano un mercato ancora in fase iniziale. Il prezzo medio delle auto offerte sul mercato nella regione è pari a € 11.925, un dato leggermente inferiore rispetto alla media italiana, ma che arriva a € 14.335 per le auto elettriche e a € 28.480 per le ibride. L’età media delle auto in vendita è di 7,4 anni e tra i modelli più richiesti troviamo la Fiat Panda, mentre tra le auto ibride spicca la Toyota Yaris e tra le elettriche la Nissan Leaf.

Questo il quadro che emerge dall’Osservatorio di AutoScout24, il portale di annunci auto e moto, leader in Europa, sul mercato delle auto usate in Campania nel 2019.

Secondo l’elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI, nel 2019, rispetto al 2018, i passaggi di proprietà sono infatti aumentati del +2,4% (a livello nazionale è +0,5%), raggiungendo 286.031 atti. Un dato che posiziona la regione al 3° posto in Italia per numerosità, ma se si confrontano i dati con la popolazione residente maggiorenne la Campania si posiziona al 14° posto assoluto con 609 passaggi netti ogni 10mila abitanti.

I passaggi di proprietà aumentano quasi in tutte le province e al primo posto per numerosità troviamo Napoli con 144.854 (+2,9%), seguita da Salerno con 57.398 (+2,1%), Caserta con 48.067 (+3,2%), Avellino con 21.177 (-0,4%) e Benevento con 14.534 (+0,3%). Ma rispetto alla popolazione residente maggiorenne la situazione è ben diversa: al vertice troviamo Caserta con 648 passaggi ogni 10.000 abitanti, seguita da Salerno (633,7), Benevento (626), Avellino (604,4) e, fanalino di coda, Napoli (587,3).

Cosa hanno cercato gli acquirenti in Campania? 

Se nel nuovo il diesel ha registrato una contrazione a livello nazionale di ben il -22,2% rispetto al 2018, nell’usato il gasolio si conferma ancora una volta la scelta preferita. Secondo i dati interni di AutoScout24, ben il 64% delle richieste totali ricevute dagli utenti della regione nel 2019 riguarda vetture diesel. In tutte le regioni la domanda di auto a gasolio supera la metà delle richieste, con punte in Puglia (71%), Basilicata (68%), Umbria (66%) e Molise (66%).

E le green? I numeri interni di AutoScout24 mostrano come questo mercato dell’usato in regione sia ancora agli inizi, con valori di richieste sul totale di appena lo 0,4% per le auto ibride e dello 0,1 per le elettriche, un dato da contestualizzare con il prezzo medio più elevato rispetto alle auto tradizionali e la scarsa reperibilità di usato per questi modelli. 

Per quanto riguarda i modelli più richiesti vince in assoluto la Fiat Panda, ma se si prendono in considerazione solo le vetture “più ecologiche” troviamo tra le ibride la Toyota Yaris e tra le elettriche la Nissan Leaf.

Cosa accade sul fronte dei prezzi delle auto in offerta sul mercato in Campania? 

Nel 2019 il prezzo medio di vendita si attesta a circa € 11.925, un dato inferiore sia alla media nazionale (€ 13.715) sia a Paesi come come Germania (€ 17.750), Austria (€ 17.685), Belgio (€ 16.205) e Olanda (€ 15.280).

Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo ai primi posti Caserta con un prezzo medio di 12.720 e Salerno con 12.085. Seguono Napoli con € 11.765, Benevento con € 11.195 e la “più economica” Avellino con € 11.190.

I prezzi salgono se si considerano le vetture usate elettriche (€ 14.335) o ibride (€ 28.480).

Qual è l’età media delle vetture proposte?

Rispetto al 2018 è rimasta invariata (7,4 anni). Un dato che probabilmente rispecchia la situazione del Paese e che conferma ancora una volta come l’auto, oggi, accompagni gli automobilisti per periodi più lunghi della loro vita. In sintesi, si cambia quando è necessario. 

“Dall’analisi dell’Osservatorio di AutoScout24 emerge chiaramente come il diesel rappresenti tuttora l’alimentazione preferita per chi decide di acquistare un’auto usata – afferma Sergio Lanfranchi, Centro Studi AutoScout24 – Se da un lato l’attenzione per le vetture ibride ed elettriche sta sicuramente crescendo, dall’altro il mercato dell’usato green è ancora agli inizi a causa principalmente del prezzo di ingresso nettamente superiore a quello delle alimentazioni più classiche. Siamo certi che in futuro si favorirà la nascita di un’offerta di auto elettriche e ibride di seconda mano sempre più accessibile, consentendoci di raggiungere nuovi traguardi in tema di mobilità.”

 

29 Gennaio 2020 | 10:32


Servizio della redazione http://www.scrivonapoli.it/auto-ai-napoletani-piace-quella-di-seconda-mano/