Bancarotta e false fatturazioni. Laura Bovoli, mamma di Matteo Renzi, a giudizio

Bancarotta e false fatturazioni. Laura Bovoli, mamma di Matteo Renzi, a giudizio

28 Febbraio 2019 0 Di Marino Marquardt

Dagli arresti domiciliari, agli interrogatori, all’Aula di Giustizia nella veste di imputata. I guai giudiziari derivanti da fallimenti e fatturazioni false stanno rimpendo la vita di “Lalla” Laura Bovoli, la mamma di Matteo Renzi.

La signora – come è noto – da qualche giorni è agli arresti domiciliari insieme con Tiziano Renzi, il babbo maneggione dell’ex premier

Le accuse che li riguardano sono supportate dalle dichiarazioni di ex dipendenti e di ex soci poco accorti nel fissare accordi con i Renzi.

Al di là delle fatturazioni false, secondo alcune testimonianze Mamma e Babbo Renzi – come è noto – avrebbero approfittato del ruolo ricoperto dal figlio (capo del Pd e Premier) per “addomesticare” alcuni interlocutori e piegarli alle proprie desiderata.

L’ultima tegola per i Coniugi ogg: la signora “Lalla”, è stata rinviata a giudizio dal Tribunale di Cuneo con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false.
L’amministratore della società, Mirko Provenzano, era già stato condannato per reati fiscali e aveva patteggiato per la bancarotta.

Siatene certi, qualcuno ora parlerà di “Giustizia ad orologeria” alla vigilia del Primarie Pd nelle quali Matteo Renzi fa correre Maurizio Martina e Robertyo Giachetti con i colori della sua scuderia…

28/02/2019  h.16.20