Banche, Casini presidente della Commissione di inchiesta “demagogica”

Banche, Casini presidente della Commissione di inchiesta “demagogica”

27 Settembre 2017 0 Di Pietro Nigro

Commissione parlamentare di inchiesta sulle banche: Casini, che l’aveva definita inutile, eletto presidente. Vicepresidenti Marino e Brunetta.

Banche, Casini presidente della Commissione di inchiesta

Pierferdinando Casini, lo stesso che l’aveva definita “pura demagogia”, è stato eletto oggi presidente della Commissione bicamerale di inchiesta sulle banche. Le vice presidenze sono andate a Renato Brunetta di Forza Italia e a Marino del Pd. Nessun incarico invece ai 5 stelle.

Casini, che è stato eletto con 21 voti favorevoli su 40 alla prima votazione della prima riunione, è lo stesso che nei mesi scorsi si è espresso più volte contro questa nuova commissione, che ha definito demagogica e inutile.

“Impasto di demagogia e pressappochismo che, al di là delle migliori intenzioni, non produrrà nulla di buono per le istituzioni” è ad esempio il titolo di un post scritto sul suo sito il 5 aprile scorso. Ed anzi aveva addirittura votato contro alla sua istituzione: “Dall’inizio della legislatura si sono istituite commissioni d’inchiesta per quasi ogni argomento, è un cedere continuo alla demagogia e alla propaganda che non mi trova d’accordo”.

Oggi invece l’ex leader dell’Udc, nonché genero dell’ex vicepresidente della banca Monte dei Paschi di Siena, ha accettato la nomina a presidente proprio di quella commissione inutile e demagogica. Ed ha subito messo le mani avanti: “Se qualcuno ritiene che questa commissione diventi il palcoscenico di una lunga campagna elettorale non pensi di trovare complicità nel presidente. La commissione o lavora con serietà o diventa un nuovo elemento di discredito della politica”. E ancora: “Guiderò la commissione senza timidezza per indagare le responsabilità personali o istituzionali”.

Ironico il portavoce del Movimento 5 stelle Alessio Villarosa, in un video pubblicato sul suo profilo Facebook: “Dici che fa demagogia e ne sei il presidente. E per di più prendi il tempo del primo discorso per dire che la commissione fa demagogia e campagna elettorale? Ma come ti permetti? Noi vogliamo lavorare e scoprire chi sono i colpevoli e che reati hanno commesso e che l’autorità giudiziaria li mandi in galera il prima possibile”.

Come se non bastasse, Casini ha annunciato che c’è poco tempo, per cui sarà necessario lavorare anche al di fuori dell’orario normale. “Pensate che lavoreremo di notte o il sabato e la domenica? – ironizza Villarosa – Macché, Casini ha detto che lavoreremo anche il lunedì e il venerdì. Ma vallo a dire a quelli che si alzano la mattina per lavorare fino a sabato che noi lavoriamo il lunedì e il venerdì!”.