Barca a vela della Ong Mediterranea raccoglie naufraghi e punta su Lampedusa. Salvini: vadano in Tunisia!

Barca a vela della Ong Mediterranea raccoglie naufraghi e punta su Lampedusa. Salvini: vadano in Tunisia!

04 Luglio 2019 0 Di Marino Marquardt

Ormai rasenta il caso patologico. La sua è cocciutaggine compulsiva di fronte ai drammi e alle tragedie del mare che si stanno susseguendo in questi giorni. E si ha conferma che la rozzezza d’animo è patrimonio inalienabile del Leader nonché Capo religioso della Lega.

E di fronte ai naufraghi raccolti dalla barca a vela della Ong Mediterranea battente bandiera italiana Matteo Salvini ripete il logoro refrain: “In Italia non sbarca nessuno, vadano in Tunisia”. Evidentemente la lezione impartitagli dalla capitana Coraggiosa Carola e dai giudici di Agrigento non gli é bastata.

Gli sbroccamenti quotidiani del Responsabile del Viminale offendono le Istituzioni

Il Ministro dell’Interno ormai delira. E le sue quotidiane dirette fb infarcite di insultii e i suoi sbroccamenti altrettanto quotidiani offendono e delegittimano le Istituzioni del Paese

Il tutto nell’impotente e complice silenzio dei Cinquestelle, primi responsabili dell’invadenza  e degli sconfinamenti salviniani. E il tutto nella vergognosa assenza degli Stati europei. E’ scandaloso che le Nazioni aderenti alla UE con complessivamente oltre 500 milioni di abitanti non riescano ad accordarsi sulla spartizione di spiccioli di umanità disperata. Sulla barca a vela – tanto per intenderci – i naufraghi sono una cinquantina.

E’ uno schiaffo alla civiltà e alla cultura italiana la nuova performance del Truce del Viminale, uno squallido spettacolo in occasione del salvataggio compiuto – come detto – poche ore fa di donne incinte, bambini e uomini allo stremo delle forze. E’ la barbarie che va in scena.

Prepariamoci dunque all’ennesimo tristissimo deja vu prossimamente in scena nelle acque di Lampedusa. Prepariamoci ad assistere a nuovi sbarchi a rate fino alla ennesima capitolazione del Barbaro di fronte alle ragioni della Legge del mare e alle ragioni del buonsenso.

Domani ne sapremo di più.

04/07/2019  h.21.30