Bella Italia! L’urlo di Biraghi allo scadere ci evita la serie B

Bella Italia! L’urlo di Biraghi allo scadere ci evita la serie B

15 Ottobre 2018 0 Di Marco Martone

Azzurri padroni del campo contro la Polonia. La rete di Biraghi arriva a tempo scaduto ma la squadra di Mancini avrebbe meritato il gol in almeno 7 occasioni. Ora la sfida al Portogallo.

Lega A, nel gruppo A3, l’Italia batte la Polonia all’ultimo, con un gol di Cristiano Biraghi nei minuti di recupero che garantisce la prima vittoria in gare ufficiali per Roberto Mancini da CT della Nazionale. Gli Azzurri sono andati vicini al gol più volte prima di riuscire a segnare, con la traversa colpita sia da Lorenzo Insigne che da Jorginho nel primo tempo. Questa è la seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Polonia, che retrocede così dalla Lega A, mentre l’Italia può ancora raggiungere le finali.

Gol di Biraghi nel recupero, l’Italia manda la Polonia in B

Diciamolo subito. Non eravamo più abituati a vedere una Nazionale così brillante, concentrata, padrona del campo e capace di mettere sotto, per 90 minuti, un avversario comunque ostico come la Polonia ed in trasferta per giunta.

Da un anno non si vinceva e le ultime prestazioni non inducevano certo all’ottimismo.

La partita del dentro o fuori, di Nation League, che avrebbe potuto condannare il già disastrato calcio italiano alla retrocessione in serie B, ha invece visto sciorinare da parte degli uomini di Mancini, una prova di alto livello, culminata nella rete di Biraghi (con dedica ad Astori) a tempo quasi scaduto ma che aveva visto gli azzurri andare ad un passo dal gol in almeno altre sette occasioni.

Due traverse, Jorginho e Insigne, poi una serie di parate miracolose di Szczesny e un paio di grossolani errori sotto rete da parte degli attaccanti di Mancini, Bernardeschi su tutti, la dicono lunga su quelli che sono stati i valori sul terreno di gioco. La svolta della sfida al 92esimo, dopo l’ingresso in campo, a sorpresa, del debuttante Lasagna. Sua la deviazione di testa, da azione di angolo, che ha consentito a Biraghi di mettere la palla in rete.

I tre punti servono a mantenere la dignità di una squadra che continua a far parte delle grandi del calcio europeo e a cullare il sogno, molto difficile per la verità, di puntare ancora al primo posto nel girone. Per riuscire nell’impresa bisognerà però battere il Portogallo, nell’ultima gara del girone e sperare che i lusitani incappino in una giornate storta quando incontreranno la Polonia.