Caso Gregoretti, grandi  manovre in Senato per approntare il SalvaSalvini. Mercoledì il voto

Caso Gregoretti, grandi manovre in Senato per approntare il SalvaSalvini. Mercoledì il voto

10 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

Come uno di quei Clown che per sopravvivere è costretto a giocarsi la faccia in pubblico.

Ma i Pagliacci si giocano la faccia per obbedire al copione Loro assegnato.

Lui no.

Matteo Salvini si gioca la faccia per non mettere a rischio la propria sopravvivenza politica e per non frustrare la propria fame di Potere.

Che s’ha da fa pe’ campà, viene da dire…

Si gioca la faccia – il Capo Politico e Religioso della Lega – e fa giocare la faccia anche ai propri Senatori.

Già perché – come si ricorderà – la rappresentanza degli Inquilini Leghisti di Palazzo Madama presente nella Giunta per le Immunità – su ordine dello stesso Salvini – il mese scorso votò a favore dell’Autorizzazione a procedere contro il Loro Capo, Autorizzazione richiesta dal Tribunale dei Ministri per il Caso Gregoretti, la Nave militare italiana trattenuta dall’allora Ministro dell’Interno per giorni alla fonda col proprio carico di naufraghi.

Tra due giorni invece i Senatori  Leghisti – in ossequio all’ultimo Ordine di Scuderia – usciranno dall’Aula e non parteciperanno al voto. Un disperato stratagemma per cercare di risparmiare a Salvini l’onta del Processo.

Il Contrordine – ovviamente – si traduce in una figuraccia per lo stesso Salvini e per il Suoi e in un calcione alla serietà

Una retromarcia senza vergogna, senza dignità.

Una mossa disperata imposta dall’Avvocato di Partito, Giulia Bongiorno.

Dallo spavaldo proclama del mese scorso “Voglio essere processato, occorrerà un’Aula grande perché con me saranno processati milioni di Italiani” alla angosciante strizza di questi giorni.

Paure private e pubbliche smargiassate, è il Salvini double face che vien fuori dal Caso Giudiziario; un Caso per il quale è accusato di sequestro di persona e abuso di potere

Prendono forma, dunque, le grandi manovre SalvaSalvini ipotizzate da tempo. Manca soltanto la ciliegina del voto segreto, ottima via di fuga per l’ex Ministro. Il Regolamento del Senato prevede lo scrutinio segreto quando si tratta di deliberare su persone. Una modalità che lascia aperta la strada a qualsiasi tipo di sorpresa…

“Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”, insomma…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

10/02/2020   h.10.25