Caso Gregoretti, lunedì la Giunta dà il via libera al Processo a Salvini. Ma nell’Aula è in agguato il voto segreto con sorpresa…

Caso Gregoretti, lunedì la Giunta dà il via libera al Processo a Salvini. Ma nell’Aula è in agguato il voto segreto con sorpresa…

17 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Jacovelle, è stop nella Giunta per le Immunità. Dopo gli inutili e deprimenti tira e molla, l’Organismo del Senato ha deciso. Il voto sull’Autorizzazione a Procedere contro Matteo Salvini si terrà lunedì prossimo. La richiesta di Autorizzazione a Procedere – come è noto – era stata avanzata dal Tribunale dei Ministri per il caso Gregoretti, la Nave Militare italiana bloccata a largo per giorni col suo carico di naufraghi. Salvini è accusato di Sequestro di persone e di Abuso di Potere.

Si chiude così il primo capitolo della Disumana Storiaccia. La Giunta si esprimerà a favore del processo al Leader Leghista. Ma potrebbe essere un bluff. Il voto dell’Aula del Senato – se espresso in segreto – potrebbe infatti riservare una clamorosa sorpresa. Alcuni Renziani – Maestri in Slealtà – potrebbero salvare il Capo della Lega dal processo. E ciò anche in nome di Denis Verdini, amico di vecchia data della famiglia Renzi e suocero in pectore del Capo Leghista. Finale tutto ancora da scrivere, dunque.

Intanto continuano ad occupare le prime pagine, i Due Mattei.

A ben riflettere, verrebbe da chiedersi di quale grave colpa si siano macchiati i cittadini del Paese alla Rovescia – Quello in cui viviamo – per essere stati condannati a sorbirsi quotidianamente i racconti – televisivi e cartacei – degli squallidi Giochetti di Matteo Renzi e i resoconti – parimenti televisivi e cartacei – delle banali volgarità e sguaiataggini di Matteo Salvini.

E’ una condanna – questa – che mette a dura prova la forza di sopportazione dei cittadini-condannati.

Vedrete, qualcuno prima o poi sfascerà il televisore o darà fuoco al giornale che lo rendiconta sulle nequizie giornaliere dei Dioscuri della Politica, così lontani ma tanto vicini…

A ben vedere, infatti, la colpa del degrado del confronto politico non è di Matteo Renzi né di Matteo Salvini. I Due in fondo – al pari dei famosi venditori di tappeti – cercano di vendere la rispettiva scadente merce alle condizioni migliori. E fanno bene il proprio mestiere…

Fanno invece male il proprio mestiere Quanti  – di fronte a telecamere accese, microfoni aperti o scalpitanti tastiere – spacciano racconti meritevoli di finire nei cestini come fulgide storie di Alta Politica. Lo fanno megafonando le sempre uguali dichiarazioni di giornata dei Due, identiche parole, stesse inquadrature che si rincorrono da una Emittente all’altra; Lo fanno sparando Titoli nei Tg, sui quotidiani cartacei e sui notiziari online, Titoli tutti magistralmente formattati per uniformarsi al coro mediatico. E le poche eccezioni in materia non bastano ad arginare l’onda del Conformismo. Acritico e Mistificatore.

Detto ciò, è nauseante il dibattito politico di questi giorni imperniato sulle Due Figure dal basso profilo etico, culturale, intellettuale e politico.

L’antitodo sarebbe quello – in presenza di dichiarazioni ripetitive e di riproposizioni di consunti Slogan – di oscurare Salvini, Renzi e Altri cosiddetti Politici. La punizione dei Massmedia dovrebbe essere inflitta nei giorni in cui le repliche propagandistiche si susseguono h.24.

Punizioni sacrosante non per smanie censorie ma per una questione di igiene e di salute mentale. Detto papale papale meriterebbero spazio nei Mass Media soltanto Quanti – da angolazioni diverse e alternative – fossero in grado di esprimere Pensieri, Proposte e Ragionamenti tesi ad apportare Alti Contributi al confronto dialettico. Da rottamare i Megafoni di qualsiasi Parte siano espressione!

Ma questa è Utopia figlia della depressione che colpisce lo spettatore medio come il sottoscritto…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

17/01/2020  h.15.45