C’è anche il duetto con Sting nel nuovo disco di Zucchero Fornaciari

C’è anche il duetto con Sting nel nuovo disco di Zucchero Fornaciari

28 Novembre 2020 0 Di Pietro Nigro

C’è anche il duetto con Sting nell’inedito September nel nuovo disco di Zucchero “Sugar” Fornaciari D.O.C. Deluxe, in uscita l’11 dicembre.

Zucchero torna in duetto con Sting

La cover del singolo September, scritta e cantata da Zucchero Sugar Fornaciari e Sting (ph. .Daniele Barraco).

La cover del singolo September, scritta e cantata da Zucchero Sugar Fornaciari e Sting (ph. .Daniele Barraco).

C’è anche il duetto con Sting nel nuovo album di Zucchero Sugar Fornaciari inn uscita il prossimo 11 dicembre. E’ “September“, l’emozionante brano a due voci, scritto e registrato a quattro mani dall’ex leader dei Police e dal bluesman italiano, prodotto dallo stesso “Pungiglione” e missato dal 4 volte vincitore di Grammy Robert Orton.

September, che da qualche giorno sta già passando in radio e in digitale, sarà inserito nell’album “D.O.C. Deluxe”, in uscita l’11 dicembre in formato doppio Cd, triplo vinile colorato e in formato digitale, nonché, ma solo in esclusiva su Amazon, in edizione limitata in formato triplo vinile autografato. Il brano anticipa anche l’uscita di “Duets”, l’album che Sting farà uscire il 19 marzo 2021.

Zucchero, al secolo Adelmo Fornaciari, non è nuovo alle collaborazioni con artisti internazionali, molti dei quali autentiche leggende del blues di ogni decade, che formano anzi una lista quasi interminabile: Bryan Adams, Al Green, The Blues Brothers, Solomon Burke, Rufus Thomas, Johnny Hallyday, Tony Childs, Sheryl Crow, Tom Jones, Scorpions, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Queen, Alejandro Sanz e molti altri.

Con Sting, poi, si tratta di una vera e propria amicizia, e di lunga data. Il primo incontro tra i due risale al 1990 e fu propiziato da un amico comune, l’artista Robert Gligorov. «Andai nella sua casa di Migliarino Pisano – ha ricordato Zucchero qualche giorno fa al Correire – fu cordiale, andammo a fare sci nautico… lui bravo, io affondavo… Il mattino dopo c’era il battesimo della figlia Coco, il mio dono era un cavallo a dondolo in legno, e andando verso la chiesa lui e Trudy mi chiesero di fare il padrino. Anni dopo mi ha detto che gli avevo ispirato fiducia».

Nata su così solide basi, l’amicizia ha ben presto dato origine a diverse collaborazioni artistiche. I due, ad esempio, sono stati protagonisti recentemente di un video pubblicato a sorpresa per i fan, in cui si sono esibiti in italiano sulle note di “Fields of gold”.

Ora, Zucchero e Sting tornano a collaborare con “September”, brano nato da una richiesta arrivata da Sting. Il biondo ex Police, infatti, ha chiesto a Zucchero di scrivere un testo in italiano per una canzone che aveva appena composto.

«Non c’è mai niente di pianificato quando lavoro con Sting – conferma Zucchero – A me quel brano è piaciuto molto sin dall’inizio. Così così abbiamo deciso di lavorarci insieme. Il brano risente e parla del periodo sospeso che stavamo vivendo durante l’estate e racconta della speranza di tornare presto alla normalità. Ancora oggi speriamo che questo “settembre” arrivi presto».

September, dunque, e lo conferma anche Sting, nasce come risposta all’epidemia di Covid.

«L’ho composto – racconta – quando i giorni erano tutti uguali e guardavamo a settembre come momento in cui tutto sarebbe finito, e la pioggia sarebbe arrivata a lavare via tutto. Per le mie orecchie il brano aveva una melodia molto italiana, così ho pensato di chiamare Zucchero per chiedergli di adattare in italiano alcuni versi e cantare il brano con me. Siamo amici da più di 30 anni, mi sembrava naturale».

Intanto, il nuovo disco di Zucchero è pronto e conterrà, oltre a September e a tutti i brani di D.O.C., anche contiene 5 nuove canzoni.

Ecco la tracklist completa. Nel primo cd Spirito nel buio, Soul mama, Cose che già sai (con Frida Sundemo), Testa o croce, Freedom, Vittime del cool, Sarebbe questo il mondo, La canzone che se ne va, Badaboom (Bel Paese), Tempo al tempo, Nella Tempesta, e le bonus track My Freedom, Some day e Don’t let it be gone.

Nel secondo, gli inediti “D.O.C. Deluxe”: Succede, Facile, Non illudermi così, Wichita Lineman, Don’t Cry Angelina e September.

Non se ne parla per ora, ovviamente, di concerti dal vivo, a causa della pandemia, e anzi Zucchero si è fatto recentemente portavoce di importanti eventi di rilevanza nazionale e internazionale e ha devoluto al fondo “COVID 19 – Sosteniamo la musica” i proventi del suo ultimo singolo “Soul Mama”, estratto proprio dal disco “D.O.C.”, il cui video è visibile al seguente link https://youtu.be/aIHSO796kQw.

Inoltre, ha partecipato al live streaming mondiale “One world: together at home”, a sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella lotta al Covid-19, con una performance che ha ricevuto, tra gli altri, anche gli elogi del Guardian, grazie alle lusinghiere parole del critico musicale Ben Beaumont-Thomas.

Ad aprile si è fatto portavoce di un messaggio universale in occasione del 50° anniversario della Giornata Mondiale della terra, il 22 aprile, suonando per la prima volta davanti ad un Colosseo deserto, l’inedito “Canto la vita”, tratto da “Let Your Love Be Known” di Bono Vox, con il testo in italiano a firma di Zucchero e un featuring con Bono nell’inciso finale del brano.

Al Primo Maggio di Roma, invece, Zucchero ha preso parte con un collegamento in diretta e un contributo musicale sulle note de “La canzone che se ne va”, estratto sempre dall’ultimo suo disco di inediti “D.O.C.” e ha inviato un messaggio di speranza, che ha fatto il giro del mondo, eseguendo in una magica e desolata Piazza San Marco il brano “Amore adesso!”, con un testo italiano che ha scritto su adattamento della canzone “No Time For Love Like Now” di Michael Stipe e Aaron Dessner.

Zucchero "Sugar" Fornaciari a piazza San Marco a Venezia).

Zucchero “Sugar” Fornaciari a piazza San Marco a Venezia).

Il bluesman tornerà invece ad esibirsi dal vivo dal 23 aprile all’8 maggio, quando recupererà le 14 date live in anteprima esclusiva originariamente previste all’Arena di Verona a settembre e ottobre scorsi. I biglietti già acquistati per gli show originali saranno validi per gli spettacoli di  aprile e maggio, mentre ogni informazione sugli eventi saltati sarà disponibile a questo link.