Cesena, tutto pronto per l’Italian superbowl

Cesena, tutto pronto per l’Italian superbowl

07 Luglio 2016 0 Di Patrizia Russo

A Cesena il grande week end dell’Italian superbowl di football. Venerdì le finali Cifaf e Terza divisione, sabato la finale di Seconda divisione e il Superbowl della Ifl.

 

Cesena pronta al weekend del Superbowl

Sarà un grande weekend per il football italiano quello che si svolgerà venerdì e sabato a Cesena: in programma, nella prima serata, le finali di Cifaf e Terza divisione, e il giorno successivo la finale di Seconda divisione e l’Italian superbowl. Ad aprire i giochi, nella finale Cifaf, con il Rose Bowl in palio tra One TeamNeptunes Bologna, sfida tra le due squadre che hanno animato anche la finale del 2015. Venerdì alle 21 in campo Sharks Palermo e Knights San Giovanni in Persiceto, mentre sabato pomeriggio, kick off alle 15.30, il Silver Bowl, finale di Seconda Divisione, tra Uta Forlì-Pesaro, che quindi giocherà parzialmente in casa, e Barbari Roma Nord. Infine, sabato alle ore 20.45 l’evento clou, il XXXVI Italian Bowl che vedrà sfidarsi Giants Bolzano, che non arriva in finale dalla vittoriosa edizione del 2009, e Rhinos Milano, dominatori della lega nei primi anni Ottanta, che però tornano a giocarsi il campionato dopo oltre vent’anni.

Ed è tutto pronto per l’evento, che è stato presentato oggi sulla spiaggia del Fantini club di Cervia.

In questi giorni invidierò tutti voi che potrete vivere l’evento alternando l’Orogel Stadium alla spiaggia; io, fino a sabato notte, sarò murato nello splendido impianto di Cesena, che sembra perfetto per fare football”, ha detto uno egli organizzatori, Raffaello Pellegrini, all’apertura della conferenza stampa.

Ad illustrare il ricco evento, Fabio Tortosa, consigliere federale Fidaf:

Due giorni di partite, che vedranno impegnato tutto il football italiano nella splendida cornice del Dino Manuzzi. Venerdì pomeriggio si svolgeranno le finali Cifaf e Terza Divisione, sabato vedranno scendere in campo la Seconda Divisione e alle 20.45 il main event della finale Ifl.

Maragno, uno degli organizzatori per il quarto anno consecutivo dell’evento, spiega alcune novità di questa edizione:

Anche quest’anno ci siamo mossi per regalare spettacolo puro oltre alle partite. Il pallone arriverà dal cielo, scortato dai paracadutisti di Ravenna. È stata scritturata la più bella marching band italiana; gli inni verranno cantati dal vivo dall’attrice Loretta Grace. Per circa dieci minuti nel pre-game della finale Ifl di Prima Divisione di sabato sera, sul “palco” salirà la superba cantante teatrale che delizierà il pubblico presente con la sua voce e la sua interpretazione degli inni nazionali americano e italiano”.

Loretta Grace, cantante, attrice e musical performer italo-americana – e per questo perfetto mix tra le due culture – si è fatta conoscere al grande pubblico al teatro Nazionale di Milano nella versione italiana del musical Sister Act, interpretando la parte che al cinema era di Whoopy Goldberg. Oltre alla carriera teatrale, ha aperto concerti di artisti di fama mondiale, come James Blunt e Joe Cocker e si è esibita più volte sul prestigioso palco del Blue Note di Milano.

Insomma, uno spettacolo nello spettacolo. Si tratta di una vera chicca che gli organizzatori hanno voluto regalare a tutti gli appassionati di football, per rendere ancora più toccante il momento degli inni nazionali che anticipa il kick off della finale.

Oltre allo sport ci sarà spazio per sani e gustosi momenti di relax nell’ampia area Food&Beverage. All’esterno dello stadio, lato distinti, sarà allestita un’area ristoro per tutti i tifosi che saranno sugli spalti. A curare la ristorazione, per tutto l’evento, sarà il Teatro Verdi di Cesena, con una proposta variegata e stuzzicante. Saranno presenti punti take-away con piadina, crescioni, rotoli, hot-dog e hamburger e litri di birra. Ad esso si affiancherà un servizio di ristorazione seduta con un menù leggero e sfizioso (pasta fredda, cous cous, focaccine, cocomero, frutta mista). Sarà inoltre presente un punto dolciumi, oltre agli immancabili gelati e ghiaccioli. Disponibile anche un’area gonfiabili per i più piccoli.

Prevista anche un’area merchandising che sarà allestita all’esterno del settore distinti dello Stadio. Kpro sarà presente con il suo ampio stand, all’interno del quale si potranno trovare la t-shirt ufficiale dell’evento, le t-shirt dedicate per ogni finale con i loghi delle squadre finaliste e tanti altri nuovi prodotti per il football e non solo. Kpro vestirà, inoltre, tutto lo staff organizzativo dell’Italian Bowl Weekend.

Anche il presidente Ifl Enrico Mambelli sottolinea la crescente credibilità del movimento:

Siamo cercando di creare le condizioni perché questo movimento di nicchia possa diventare sempre più qualificato. Per il secondo anno consecutivo registriamo la sponsorizzazione di Nfl Game Pass, abbinamento che non fanno d’abitudine fuori dall’America. Se hanno deciso di sostenerci è perché hanno visto la serietà dell’organizzazione e la qualità nel prodotto”.

Infine, la parola ai protagonisti sul campo. Alessio D’Ascenzo, presidente Rhinos:

Non nascondo un filo di emozione quando è arrivato il trofeo, dedicato al nostro precedente presidente, figura mitica del football degli anni Ottanta. Nel nostro ritorno al gran ballo c’è una grande sceneggiatura: ci arriviamo con un coach che ha fatto la storia del gioco negli Stati Uniti. Altro elemento d’orgoglio, l’essere arrivati qui con una fedina penale immacolata, fatta di tutte vittorie. Ma adesso tutto viene resettato; dobbiamo essere capaci di disputare la migliore gara dell’anno”.

Gli fa eco Argeo Tisma, strappato dall’allenamento odierno, essendo anche coach della squadra:

Questo è il nostro quinto superbowl. Non ci nascondiamo, era l’obiettivo all’inizio. Ma durante la stagione siamo stati tartassati dai problemi, che siamo riusciti a superare. I Rhinos hanno una grande organizzazione, noi in confronto siamo un po’ più piccoli, ma la tenacia e la voglia che ci abbiamo messo ci hanno portati fino a qua. Non faccio l’umile: una squadra che arriva all’atto finale, ci arriva credendo di poter vincere. Cercheremo di dare spettacolo: vogliamo che la gente si diverta e si riavvicini a questo sport”.