Conte e Tar del Lazio dicono sì allo sbarco dei migranti dalla Open Arms. Due cazzotti a Salvini…

Conte e Tar del Lazio dicono sì allo sbarco dei migranti dalla Open Arms. Due cazzotti a Salvini…

14 Agosto 2019 0 Di Marino Marquardt

Il Fatto separato dall’Opinione. Lo racconta l’Ansa: “Il Tar del Lazio ha disposto la sospensione del divieto d’ingresso nelle acque territoriali italiane della Open Arms. E’ quanto sostiene la stessa Ong sottolineando che sulla base della decisione dei giudici “ci dirigiamo verso il porto sicuro più vicino in modo che i diritti delle 147 persone, da 13 giorni sul ponte della nostra nave, vengano garantiti”.

Il Leader della Lega: “Non capisco la richiesta del Premier…”

“Alla luce della documentazione prodotta (medical report e relazione psicologica) e della prospettata situazione di eccezionale gravità ed urgenza – scrive ancora l’Ansa – si giustifica la concessione della richiesta per consentire l’ingresso della nave Open Arms in acque territoriali italiane e quindi di prestare l’immediata assistenza alle persone soccorse maggiormente bisognevoli”. E’ quanto rileva il Tar del Lazio – sottolinea l’Ansa – accogliendo il ricorso di Open Arms e sospendendo il divieto di ingresso in acque italiane.

L’Ansa aggiunge: “Salvini ha fatto sapere che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte gli ha scritto “per chiedere lo sbarco di alcune centinaia di migranti a bordo della nave Ong Open Arms che però è straniera e in acque straniere.. Gli risponderò garbatamente. Non si capisce perché debbano sbarcare in Italia”, chiosa il Ministro dell’Interno

Dal Fatto all’Opinione, ecco la traduzione per il Volgo.

Pacchia finita per il Ministro dell’Interno

Esso – il Fatto – indica come la pacchia per il Leader della Lega Matteo Salvini sia veramente finita!

Messo fuori gioco dai numeri del Senato, detto papale papale il non dimissionario Ministro dell’Interno ora non conta più niente. Non a caso è ormai disperatamente aggrappato alle poltrone di vicepremier e di Capo del Viminale nonostante abbia deciso di sfiduciare il premier Conte e quindi se stesso e i Suoi Signorsì.

La pacchia è finita, per il Signor Ministro. E L’Italia esce fuori dalla Caverna Culturale Leghista e si riaffaccia sul Mondo Civile. Aria nuova!

La pacchia è finita, per il Signor Ministro.

E – una volta liberato dalla mansione e dagli obblighi di mediatore – il Premier Giuseppe Conte assapora il gusto della autonomia. E comincia a menare. Tanto per cominciare vuole lo sbarco dei disperati raccolti dalla Nave Ong Open Arms, disperati trattenuti ad arrostire tra le onde da una Legge Infame voluta dal Capo Religioso Leghista. E’ un cazzotto in piena regola che frastorna il già appannato Capo del Carroccio.

Ma non è tutto. Il Tar del Lazio accoglie il ricorso della Open Arms e autorizza la Nave ad entrare nelle acque italiane. Ora la Ong si sta dirigendo verso Lampedusa sotto gli occhi del Truce.

Piovono cazzotti per Matteo Salvini. Un dignitoso ritiro potrebbe evitargli di affrontare giorni peggiori. Lontana l’euforia tra i mojito di Milano Marittima, per il Ministro-Sirenetto è già iniziato l’autunno nonostante le angurie e i falò ferragostani sulla spiaggia. O Bello ciao, o Bello ciao…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

14/08/2019  h.17.30