Contro il Frosinone il Napoli ritrova il gioco e il gusto del gol. Finisce 4 a 0

Contro il Frosinone il Napoli ritrova il gioco e il gusto del gol. Finisce 4 a 0

08 Dicembre 2018 0 Di Marino Marquardt

Al San Paolo Karl Potter offre un’altra marmellata e il Napoli batte il Frosinone 4-0. Champions, martedì big match con il Liverpool.

Al San Paolo Karl Potter offre un’altra marmellata sull’altare della Champions. Ma questa volta non risulta indigesta come quella servita contro il Chievo. Il turn over non è sparagnino ma, buon per il Napoli e per il suo tecnico, il Frosinone non è il Chievo.

Napoli, allenamento proficuo in vista del big match di martedì col Liverpool

Con i titolarissimi a riposo in vista del match di martedì prossimo in Champions contro il Liverpool, l’allenamento per le prime e seconde linee finisce nel migliore dei modi. Con vittoria e spettacolo gradevole per spalti e poltrone di casa.

Rientra Goulham dopo lungo infortunio, in porta debutta Meret e in difesa c’è Luperto al posto di Albiol.

In attacco non c’è Mertens, il suo posto è preso da Milik e Ounas sostituisce Calleijon.

E in assenza del Trio dei Nanetti – Insigne è l’unico superstite in questo sabato di vigilia Champions – ci pensa Zielinsky a sbloccare il risultato dopo 7 minuti di gioco. Giornata di prime volte, a metà della ripresa nel Napoli debutta anche Younes. Sostituisce l’ottimo Ounas.

Tra le note positive del primo tempo il buon recupero di Ghoulam. Nella ripresa l’algerino sfiora il gol con un tiro da distanza ravvicinata che accarezza la traversa.

La manovra del Napoli è lucida ma è carente in concretezza.

Il Napoli, nonostante il buon volume di gioco, non riesce ad affondare i colpi.

Poche emozioni ma l’affezionato pubblico non ha motivo di annoiarsi. Ancelotti da bordo campo sollecita le verticalizzazioni, ma la squadra riesce ad esprimere il meglio con gioco orizzontale e nello spazio di trenta metri.

Lungo assedio poi ci pensa Ounas a mettere in cassaforte il risultato

Lungo assedio poi a 5 minuti dalla sosta ci pensa Ounas con un acuto dalla distanza a mettere in cassaforte il risultato.

L’attaccante riscatta l’opaca prestazione fornita contro il Chievo.

2 a 0, partita di fatto chiusa sotto il profilo del risultato.

Napoli in buona salute nella giornata in cui il Liverpool si libera con quattro gol dei facili avversari del Bournemouth.

Al 68’ c’è gloria anche per Milik, tra i realizzatori più prolifici in rapporto al numero delle partite e dei minuti giocati.

Bis del centravanti a 5 minuti dal termine.

E ancora su suggerimento del ritrovato Goulham.

Due assist e una traversa il bilancio dei 90 minuti per lui è più che positivo.

Senza storia gli ultimi spiccioli di gara.

Morale della favola, il Napoli torna a 8 punti dalla Juve e si mette a distanza di sicurezza dall’Inter: 6 punti, il secondo posto è quasi in cassaforte.

08/12/2018 h.16.45