Contro il Torino il Napoli di Gattuso vince e convince all’ombra della schizofrenia dei Padroni del Calcio

Contro il Torino il Napoli di Gattuso vince e convince all’ombra della schizofrenia dei Padroni del Calcio

01 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Contro il Torino il Napoli di Rino Gattuso vince e convince. Accade al termine di una domenica in cui le contraddittorie scelte dei Padroni del Giocattolo Calcio hanno infiammato le polemiche attorno al dio Pallone.

Napoli bello e concreto, il risultato – 2 a 1 – trae in inganno e non rispecchia il divario tra i valori in campo. Il gol del Torino in pieno recupero è ancora una volta conseguenza di un mezzo lapsus difensivo. Pazienza. Il Napoli va. Nella domenica in cui gli uomini di Rino Gattuso hanno confermato la totale guarigione dall’Ancelottivirus, stona l’atteggiamento della Società nei riguardi di Dries Mertens, l’Uomo-Partita che continua ad essere snobbato da ADL.

Quasi offensivo il comportamento della Società nei riguardi del Fantasista Belga che anche ieri, con un perfetto assist a pochi minuti dall’ingresso in campo, ha favorito il raddoppio della Squadra.

A Mertens il rinnovo dl contratto va offerto su un piatto d’argento. Se Adl non capisce ciò, peggio per Lui e per gli Incolpevoli Tifosi.

Dopo i milioni spesi per Lozano non si comprende la vocazione al risparmio della Società sul rinnovo del contratto al Campione Belga.

Mertens per il Napoli – se confermato – sarebbe il miglior acquisto degli ultimi anni. Qualcuno lo spieghi al confuso Signor Padrone….

Napoli bello in una domenica in cui la Sindrome Coronavirus ha agitato l’Italica Pedata. La schizofrenia che aveva mosso nei giorni scorsi i Palazzi Istituzionaliu Romani e Regionali si è propagata ai Palazzi della Pedata, Lega e Federcalcio. Fino al punto da costringere il Manicomio Italia ad aprire una dependance tra i Palazzi del Pallone. Schizofrenia a tutto campo, scoppia il Caos all’ombra di alcuni Stadi di Serie A – prima previsti a porte chiuse e poi all’ultimo momento inibiti all’uso – e all’ombra delle Arene della Serie B aperte perché probabilmente poco attraenti per il Virus arrivato dalla Cina;. Per non dire annunciate porte aperte a Torino in occasione della semifinale di Coppa Italia in programma tra tre giorni tra Juve e Milan. Roba da Tso!.

Il Calcio finisce posseduto dalla Schizofrenia, dunque. Come se non fosse bastata la Follia appalesata in occasione  dalle contraddittorie scelte tra Cinema chiusi e Ristoranti aperti, tra Bar chiusi all’ora del Thè e libera circolazione nei Supermercati e sui Mezzi Pubblici.

Il Paese che si arravoglia (avviluppa per i non napoletani ndr) attorno alle paventate emergenze Economica e Sanitaria avrebbe insomma volentieri fatto a meno della polemica calcistica provocata dai comportamenti contraddittori dei Signori Padroni del Pallone.

Morale della favola, Campionato falsato sotto tutti gli aspetti. Dalla corsa allo Scudetto alla lotta per non retrocedere alle qualificazioni ai Tornei Europei.

In assenza di decisioni omogenee, il buonsenso consiglierebbe di congelare il Torneo in attesa di tempi migliori o addirittura da annullarlo con la conseguente non assegnazione del Titolo di Squadra Campione d’Italia. Tutelando i- ovviamente – i “diritti” al momento acquisiti per la partecipazione alla Champions e alla Europa League e prevedendo – inoltre – una soluzione non penalizzante per le promosse della serie B.

Come la si rivolti o come la si rigiri, è un maledetto imbroglio! E’ una Sciarada difficilmente risolvibile.  E dire che sarebbe bastato disporre partite a porte chiuse per tutti…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

01/03/2020   h.08.30