Coprifuoco, la Meloni sfida il Truce con un odg. Lui fugge dal voto in merito

Coprifuoco, la Meloni sfida il Truce con un odg. Lui fugge dal voto in merito

28 Aprile 2021 0 Di Marino Marquardt

Giorgia Meloni lo sfida con un odg contro il coprifuoco alle 22, Lui – Paladino dei Ristoratori – fugge dal voto in merito. Fugge dal voto dopo aver peraltro promosso una raccolta firme contro la Restrizione dell’Orario Notturno. Fugge dal voto con i sodali di Forza Italia.

Ma non è tutto. Nell’Apoteosi Doppiogiochista – tra capriole e giravolte – arriva addirittura a osannare l’Europa. Lo fa nel corso dello slappeggiante intervento al Senato a favore del Premier.

Da Truce fustigatore della Ue a Belante sostenitore delle scelte di Bruxelles. Non c’è che dire, c’ha da fa pe’ campa’ l’ingobbito Capo Politico e Religioso della Lega.

A questo punto inutile dire (si accettano scommesse in merito) che quando il Virus Letale sarà reso inoffensivo dai vaccini il Personaggio in questione andrà in giro a raccontare che ciò è accaduto per merito suo. Roba da Macchietta d’Avanspettacolo del secolo scorso, insomma.

Accade nel nostro Paese. Accade all’ombra delle Cene anticipate contestate da malpancisti di mestiere; accade sotto l’eco di edulcorate slappate salviniane all’arsenico verso Palazzo Chigi.

E – sul tema 22.00 – 23.00 – accade anche che Raglino in coro due falsi avversari.

Il Matteo da Rignano in Affari con gli Sceicchi Raglia per dar prova agli altri e a se stesso della propria sopravvivenza politica; il Matteo della Lega Raglia per esaltare la vocazione da venditore di pentole che lo muove.

Entrambi in perfetto stile da Imbonitori si appropriano delle stesse cose che auspica il premier Mario Draghi;

Entrambi ripetono ciò che studiosi e politici di differenti parrocchie sostengono da tempo. Ovvero: il Paese riaprirà in toto quando i Numeri della Pandemia lo consentiranno; sarà possibile cenare all’ora di Cenerentola quando i vaccini riusciranno ad essere più veloci del Virus.

Nient’altro che Banalità allo stato puro quelle dei Due Mattei (il plurale è  licenza lessicale di chi scrive ndr) trasformate in strumenti di propaganda da servire ai Troppi Beoti che affollano lo Stivale.

Matteo Salvini – il sempre più ingobbito Capo Politico e Religioso della Lega – usa il tipico Viscidume dei Cortigiani di fronte alla innegabile forza e prestigio dell’Inquilino di Palazzo Chigi. Lo fa attingendo a piene mani a Scontate Ovvietà. Roba per poveri di spirito, roba da offrire alla vasta platea di Ignoranti sfusi e a pacchetti…

Incensa l’Inquilino di Palazzo Chigi mentre cerca di spalmare al Medesimo vaselina sul fondoschiena. Ma, tranquilli: di Scuola Gesuitica, il Premier è sufficientemente corazzato in certe parti del corpo…

Detto ciò, prima o poi – vedrete – Draghi manderà il Leghista dove è giusto che vada.

Quando ciò accadrà dalle parti di Palazzo Chigi – inutile dirlo – si respirerà aria migliore.

L’Esecutivo sopravviverà anche senza Salvini.

Si profila la Maggioranza Ursula, scrivemmo il 22 aprile.

E chiarimmo: “Tradotto per il volgo, M5s, Pd, Forza Italia e Leu potrebbero accordarsi nel sostenere il Governo. Con Italia Viva a far da tappezzeria fuori dai Giochi”…

Chi vivrà vedrà. Amen

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…
Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,