Cornavirus & Emergenza Sanitaria. In Ospedale si scartano i pazienti come se fossero mele e pere

Cornavirus & Emergenza Sanitaria. In Ospedale si scartano i pazienti come se fossero mele e pere

09 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

In una intervista al Corriere della Sera Christian Salaroli – 48 anni, una moglie, due figli, dirigente medico, anestesista rianimatore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo – conferma la terribile verità di cui si parlava da qualche giorno. Sentitelo: “All’interno del Pronto Soccorso è stato aperto uno stanzone con venti posti letto che viene utilizzato solo per eventi di massa. Lo chiamiamo Pemaf, ovvero Piano di emergenza per il maxi-afflusso. È qui che viene fatto il Triage (lo Smistamento ndr), ovvero la scelta”.

Già, “La Scelta”. Potrebbe essere il titolo di un film noir, borderline tra la Vita e la Morte. Ma la “Scelta” dei Sanitari dell’ospedale di Bergamo non è dettata da un copione cinematografico, è un adempimento che riguarda la sopravvivenza – o la negazione di essa – dei Pazienti presi in cura.

Si sceglie come al mercato, i “Pezzi” peggiori vengono scartati e candidati alla rottamazione.

Il Triage – lo “Smistamento” per i non francofoni – è una espressione che evoca la crudele ritualità dei Campi Nazisti. Ed è inaccettabile che qualcosa di simile possa avvenire nei Luoghi di Cura nostrani. Ma – spiegano gli impotenti Medici – il Paese è in guerra contro il Virus partito dalla Cina e arrivato dalle Nostre Parti da chissà dove. E il Sistema Sanitario è impreparato a questa Emergenza…

Accade dunque che la pressoché esaurita disponibilità di posti letto nei Reparti di Rianimazione costringa i Medici a dolorose scelte in barba al Giuramento di Ippocrate. Scelte di curare i Pazienti con maggiori chances di ripresa e di abbandonare i più Malandati al triste Destino.

Accade agli albori del Terzo Millennio, accade in Italia, Paese nel quale i tagli criminali fatti nell’ultimo ventennio dalla Politica hanno finito col mettere in ginocchio il Sistema Sanitario più Garantista e Avanzato del Mondo.

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

08/03/2020   h.10.40