Covid19, l’amara sorpresa nell’uovo di Pasqua: il contagio attraverso l’aria. Fosse così in attesa del vaccino andrebbe in tilt l’intero sistema

Covid19, l’amara sorpresa nell’uovo di Pasqua: il contagio attraverso l’aria. Fosse così in attesa del vaccino andrebbe in tilt l’intero sistema

04 Aprile 2020 0 Di Marino Marquardt

Il Guaio potrebbe essere più Serio del previsto, il Guaio potrebbe essere molto più grosso di quanto finora ipotizzato, il Guaio potrebbe essere devastante per il Sistema Sociale se trovasse conferma l’ipotesi degli Studiosi d’Oltreoceano, ipotesi secondo la quale per evitare il rischio di contagio occorrerebbe un distanziamento sociale di almeno sei metri e non più di un metro e mezzo come finora era stato stabilito. Sei metri tra una Persona e l’Altra perché il Coronavirus potrebbe stazionare nell’aria. Una disposizione – questa – che ovviamente comporterebbe anche l’obbligo dell’uso permanente di mascherine.

Una notizia allarmante – questa diffusa nella giornata di ieri – tenuta sottotraccia dai Media di ogni colore. Chissà perché…

Si tratterebbe – secondo gli Studiosi – di una sorpresa all’arsenico pronta ad uscire dall’Uovo di Pasqua.

Qualcuno avverta Matteo Renzi, i Suoi Proseliti e il suo Finanziatore e Benefattore Gianfranco Librandi, Industriale con un Diavolo per Capello e Senatore a tempo perso.

Con questi chiari di luna – se sarà confermata l’ipotesi degli Studiosi Americani – di riaprire l’Italia non se ne parla proprio.

E alla luce di questo ultimo allarme potrebbe anche spiegarsi la fuga in avanti del Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, fuga in avanti che ieri ha generato tante polemiche. Borrelli si era infatti lasciato sfuggire in mattinata la possibilità di una riapertura parziale del Paese non prima della seconda metà di Maggio.

Una previsione peraltro ottimistica – questa del Capo della Protezione Civile – visti i nuovi problemi sollevati dagli Scienziati Usa, nuovi problemi che andrebbero ad assommarsi a quelli già presenti.

In attesa del vaccino si tratterebbe infatti di ricavare spazi idonei nei Luoghi di Lavoro e nelle Scuole. Impresa impossibile se non connessa ad una diluizione dei turni di lavoro e delle ore di insegnamento scolastico attraverso una polverizzazione delle presenze negli attuali Reparti di Lavoro e nelle attuali Aule. Si tratterebbe di rivoluzionare tutto il Sistema Economico-Sociale. Andrebbe in crisi anche il Settore dell’Agroalimentare, l’unico finora scampato alla devastazione del Covid19. E si tratterebbe di prendere atto del fatto che ciò che era andato bene fino a ieri non potrebbe più andar bene oggi e domani. Il condizionale è d’obbligo non foss’altro che per motivi scaramantici…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

04/04/2020     h.06.40