Da oggi i contributi per le imprese del Decreto Liquidità

Da oggi i contributi per le imprese del Decreto Liquidità

20 Aprile 2020 0 Di Pietro Nigro

Da oggi le Pmi possono accedere al contributo previsto dal Decreto Liquidità. Per l’Abi, se le carte sono in regola, basta un giorno. Ma la piattaforma Sace non è pronta.

Decreto liquidità, al via le domande

Le Pmi possono iniziare a presentare domanda per accedere ai benefici previsti dal Decreto Liquidità, il provvedimento del governo per partite Iva, artigiani, professionisti e Pmi approvato dal Consiglio dei ministri dieci giorni fa e in vigore da oggi.

Il decreto – nelle intenzioni del governo – punta a favorire la ripartenza del sistema produttivo italiano, una volta superata l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19: il Fondo di Garanzia per le Pmi dovrebbe garantire fino a 100 miliardi di euro di liquidità, in virtù di una aumentata dotazione finanziaria ed utilizzo esteso alle imprese fino a 499 dipendenti.

E’ inoltre previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direttrici principali:

  • garanzia al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;
  • garanzia al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro, senza valutazione andamentale;
  • garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro, senza valutazione andamentale.

E’ stata inoltre prevista la possibilità di concedere alle imprese garanzie statali sui prestiti bancari attraverso Sace, anche se la pi, nonché misure tese a potenziare gli strumenti per sostenere l’esportazione del made in Italy, l’internazionalizzazione e gli investimenti delle aziende.

Il decreto prevede anche la proroga della sospensione di tributi e contributi per altri due mesi e quella relativa agli sgravi per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. E’ stato infine estesa la normativa sul Golden Power anche alla difesa delle PMI e delle principali filiere produttive del nostro Paese.

Patuelli (Abi): Se le carte sono in regola basta un giorno

“Se l’imprenditore porta le carte che il decreto legge impone e completa la domanda, in una giornata si ottengono” i massimo 25 mila euro di liquidità garantita al 100% dallo Stato. Lo ha detto il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, intervistato ieri da TgCom24 in vista del via alle domande da parte delle Pmi.

“Se non si rompono i computer (abbiamo già visto con l’Inps che si sono bloccati perché quando si immettono tante domande anche i computer più grossi nazionali possono avere dei problemi) e se non ci sono intoppi, l’operazione è studiata per ottenerli in una giornata”, ha spiegato.

Sopra i 25.000, invece, “ci sono documenti da fornire, delibere da assumere perché la garanzia dello Stato non è al 100% e la Sace non ha ancora, speriamo lo faccia presto, fornito la piattaforma informatica” e i codici per inviare le domande di garanzia. “Confidiamo che Sace ce la dia nei prossimi giorni”, ha concluso Patuelli.