De Rossi e Immobile trascinano l’Italia. L’Albania perde anche sugli spalti

De Rossi e Immobile trascinano l’Italia. L’Albania perde anche sugli spalti

24 Marzo 2017 0 Di Marco Martone

Nella ripresa le intemperanze dei tifosi ospiti, con lancio di petardi e fumogeni, costringono l’arbitro Vincic a sospendere la partita. Italia – Albania 2-0.

L’Italia fa in pieno il suo dovere e batte al Barbera di Palermo 2-0 una modesta Albania, con le reti di De Rossi e Immobile. Davanti a un pubblico entusiasta, almeno limitatamente alla parte italiana dello stadio, gli azzurri hanno offerto una prestazione appena sufficiente, mai spettacolare e comunque molto redditizia, visto che le occasioni da rete si contano sulle dita di una mano e che qualche rischio, dalle parti di Buffon, è stato anche corso nell’arco dei 90 minuti.

Le reti italiane sono state realizzate da De Rossi nel primo tempo, grazie a un calcio di rigore concesso in maniera un po’ generosa per un fallo non evidentissimo su Belotti. Il raddoppio è giunto nella ripresa, in un momento di particolare sofferenza per la squadra di Ventura. A chiudere la gara ci ha pensato Immobile, che con ferma il suo stato di grazia, continuando a fare gol in Nazionale come nella Lazio.

La partita è stata condizionata anche dalle intemperanze dei sostenitori albanesi, che hanno gettato di tutto in campo, compresi fumogeni e petardi, costringendo l’arbitro Vincic, nella ripresa, a sospendere la gara per oltre 10 minuti. Per qualche attimo si è anche temuto che la partita potesse essere definitivamente sospesa, poi per fortuna e anche grazie all’intervento degli stessi giocatori ospiti, la tifoseria albanese si è calmata e la partita è potuta riprendere. Una brutta pagina di sport, che ha ricordato le intemperanze dei tifosi croati, a Milano, nel novembre del 2014 e ancor prima quelle dei serbi in un Italia-Serbia di qualche anno fa, a Genova, quando gli incidenti scatenati nella curva costrinsero il direttore di gara a rimandare tutti i giocatori negli spogliatoi e considerare chiusa la partita.

Ventura porta a casa la prima vittoria “casalinga” della sua gestione azzurra. Un successo importante che lascia l’Italia al primo posto in classifica, nel raggruppamento che vede assieme agli azzurri a pari punti anche la Spagna, che ha battuto 4-1 Israele e che rispetto all’Italia ha una migliore differenza reti. La sfida con le Furie rosse, in programma a settembre, sarà decisiva ai fini della conquista del primo posto e quindi della qualificazione diretta a Russia 2018. Martedì la Nazionale torna in campo, ad Amsterdam, per un’amichevole di lusso contro l’Olanda.