Home Politica Politica italiana Def & conformismo intellettuale e mediatico. Ecco la Peste del Terzo Millennio!

Def & conformismo intellettuale e mediatico. Ecco la Peste del Terzo Millennio!

E’ sconsolante dover prendere atto della miseria intellettuale, dell’appiattimento culturale e del conformismo cronico di Vecchi Tromboni mediatici e di Mezze Calze delle tastiere votate a servire il vecchio traballante Sistema.
Usano lo stesso linguaggio i Media del Centrodestra e del Centrosinistra
A corollario della Nota di aggiornamento al Documento Economico Finanziario (Def) approvato giovedì notte dal Consiglio dei Ministri è sconsolante dover prendere atto della miseria intellettuale, dell’appiattimento culturale e del conformismo cronico di Vecchi Tromboni mediatici e di Mezze Calze delle tastiere votate a servire il vecchio traballante Sistema.
Non a caso Costoro – gallonati, comprimari e comparse della cosiddetta “grande stampa” – nel parlare e nello scrivere usano la stessa lingua, sia che facciano parte dell’opposizione berlusconiana sia che siano espressione di quella piddina. Parlano la stessa lingua (basta gettare uno sguardo sulle prime pagine dei giornali e dei Tg di oggi) perché per la prima volta Costoro – uomini della Destra berlusconiana e della Cosiddetta Sinistra Pds/Ds/Pd – hanno visto emarginati dalle stanze dei bottoni i rispettivi Padroni; per la prima volta nella Seconda Repubblica berlusconiani e degeneri eredi del Pci non possono più inciuciare ad altalenanti ruoli invertiti sul palcoscenico di Palazzo Chigi e del Parlamento. Ed eccoli allora – uniti – i Boss del vecchio Centrodestra e del Centrosinistra (che non c’è più) nell’imporre ai rispettivi scagnozzi mediatici la recita della lezioncina mandata giù a memoria. Ed ecco allora la riproposizione maniacale della cantilena sul vorace spread, sui risparmi a rischio (ve lo immaginate un povero, un pensionato a minimo, un italiano medio o un disoccupato che non ha nulla preoccuparsi dei risparmi che non ha?), sull’ira funesta dei mercati…
E’ la peste intellettuale del XXI Secolo il conformismo dilagante. Una peste diffusa dal quotidiano bombardamento mediatico.
Il Sistema trema di fronte ai “barbari” populisti.
“Sta arrivando la Rivoluzione, nemmeno un cannone tuoneà…”
“Sta arrivando la rivoluzione, nemmeno un cannone tuonerà…”, cantava negli anni ’60 Gianni Pettenati.
La rivoluzione culturale degli anni ’60 lasciò un segno nell’italico costume. La avviata rivoluzione pentaleghista potrebbe lasciare un segno nell’Economia e nella Politica europea. Molto dipenderà dalla capacità di resistenza del M5s e della Lega agli attacchi mediatici. Le elezioni Europee non sono lontane. Un motivo in più di preoccupazione per i Guardiani del Vecchio Tempio in via di sbriciolamento.
Il tutto in un quadro che indica la continua crescita nei sondaggi delle Forze di Governo. Renzusconiani e ciò che resta del Centrodestra e del Centrosinistra – vedrete – finiranno col fungere da tristi orpelli nel Museo della Politica nazionale. La qual cosa – siatene certi – non turberà né addolorerà il Paese.
29/09/2018 h.06.20