Home Politica Politica italiana Di Maio: Salvini farà saltare tutto per mandarci al voto senza Reddito...

Di Maio: Salvini farà saltare tutto per mandarci al voto senza Reddito di Cittadinanza

183
0
DiMaio Adnkronos Def

Brutta aria soffia su Palazzo Chigi. Gli Alleati si guardano in cagnesco

Il Capo politico Cinquestelle ai suoi: Siate pronti per la crisi di Governo…

I segnali che si levano da via Bellerio, sede della Lega, sono quelli che sono.

Prima la reazione piccata di Matteo Salvini alla denuncia da parte di Luigi Di Maio del giallo della manina sul Decreto Fiscale, poi i ringhii della Lega sul Decreto Sicurezza, poi ancora le riserve salviniane sul Reddito di Cittadinanza, infine la dura opposizionedel Carroccio allo stop alla prescrizione dopo la sentenza di primo grado…

Tutte posizioni che vanno in un’unica direzione e che lasciano intendere che l’apparente perdita del pelo nella Lega non abbia cancellato gli antichi vizi, quelli legati alla vicinanza a culture e ad ambienti discutibili.

Il marchio berlusconiano, insomma, appare indelebile nonostante i continui tentativi di Salvini di cancellarlo nelle varie lavanderie dei Palazzi o di sbianchettarlo nella nuova cabina di regia leghista.

Detto ciò, c’è puzza di bruciato nelle recenti posizioni assunte dal Leader leghista e dai suoi Gallonati legionari. E’ un gioco di squadra finalizzato a logorare l’alleato Cinquestelle.

Un gioco ormai scoperto, e le parole  rassicuranti di Salvini e Giorgetti all’Alleato evocano in molti l’ormai celebre “Enrico stai sereno” renziano. Lingue biforcute, direbbero gli Apaches.

Un gioco perverso capito – finalmente, verrebbe da dire – anche dallo Stato Maggiore pentastellato.

La reciproca fiducia tra Alleati si dissolve all’ombra di dissensi che puntano a tradursi in sgambetti. Salvini e Giorgetti sempre più Gatto e la Volpe hanno messo in allarme Pinocchio Di Maio. Tanto che – riferisce Dagospia – il Capo politico del M5s “ha detto oggi (ieri per chi legge ndr) ai suoi che Salvini ha ormai deciso di far saltare il Governo e andare presto alle elezioni con il Centrodestra. La crisi sarà sul Reddito di Cittadinanza che la Lega non vuole più. E ciò anche per mandare a votare i Cinquestelle senza aver realizzato la loro promessa agli elettori del Sud. Questo spiegherebbe anche lo strano silenzio (e tanti atteggiamenti degli ultimi tempi) di Berlusconi”

Il sospetto: Lega Cavallo di Troia del Sistema

Far saltare tutto dunque per mandare il M5s “disarmato” di fronte agli elettori. Se il teorema è questo verrebbe confermato quanto scritto da Italia Notizie 24 nei giorni scorsi. Ovvero la Lega è il Cavallo di Troia del Sistema mandato al Governo con la missione di ridimensionare il M5s. E chissà perché tornano in mente le parole di Giancarlo Giorgetti pronunciate durante le trattative sul “Contratto di Governo”. “Ha telefonato il Demonio (Mario Draghi, ndr) – disse facendo irruzione nella stanza del confronto – ha detto che dobbiamo fare subito il Governo Cinquestelle-Lega…”.

Ma la mina per mandare all’aria tutto non è rappresentata soltanto dal Reddito di Cittadinanza. C’è la bomba dell’alt alla Prescrizione che appare potenzialmente ancora più devastante…

05/11/2018  h.07.00