Home Sport Calcio Donnarumma ferma il Napoli e la Juve vola a +6

Donnarumma ferma il Napoli e la Juve vola a +6

La Juventus batte agevolmente la Sampdoria e stacca il Napoli bloccato a Milano dalle parate di Donnarumma. Il derby capitolino finisce 0-0, mentre l’Inter si ferma sul campo dell’Atalanta.

Il Napoli si ferma a Milano (0-0), complice il miracolo di Donnarumma allo scadere su tiro di Milik e la Juventus, che travolge la Sampdoria (3-0) può volare a +6 sugli azzurri mettendo più di una mano sul settimo scudetto consecutivo. Al Meazza la formazione allenata da Maurizio Sarri ha disputato una buona gara, contro un Milan molto ben nesso in campo ma ancora una volta si è mostrata inconcludente in fase d’attacco. Mertens, Callejon e Insigne hanno le polveri bagnate e il solo Milik, entrato nel finale, ha dato qualche grattacapo al portiere rossonero, capace proprio all’ultimo respiro di respingere la conclusione del polacco a botta sicura.

Un pareggio che serve poco a Gattuso nella rincorsa alla zona Champions, ancor meno a Sarri che vede ora la rivale contendente lo scudetto allontanarsi in classifica. I bianconeri non hanno dovuto faticare granché per vincere la resistenza della Samp, anche se il primo gol di Mandzukic appare viziato da un fuorigioco che neanche il Var ha visto. Per la Juve, dunque, si avvicina il settimo trionfo consecutivo, anche se c’è ancora da giocare lo scontro diretto, domenica prossima dopo il turno infrasettimanale, che potrebbe riaprire il torneo, solo nel caso di vittoria degli azzurri allo Stadium.
La giornata ha fatto registrare anche il pareggio senza reti nel derby capitolino tra Lazio e Roma, che mantengono un punto di vantaggio sull’Inter, bloccata dallo 0-0 sul campo dell’Atalanta. Pareggi senza emozioni e senza reti anche in Fiorentina-Spal e Chievo-Torino. Tante emozioni invece il Sassuolo-Benevento (2-2), con i Sanniti, ormai quasi retrocessi, che conquistano il primo storico punto in trasferta in serie A. Nelle parti basse della classifica vincono anche il Cagliari (2-1 sull’Udinese) e il Genoa (1-0 sul Crotone). Facile 2-0 infine per il Bologna in casa contro il Verona.