Elezioni regionali in Emilia-Romagna e in Calabria. Tra sei giorni il Big Bang Pentastellato

Elezioni regionali in Emilia-Romagna e in Calabria. Tra sei giorni il Big Bang Pentastellato

20 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Tanto per cominciare – di fronte alla annunciata e inevitabile ennesima catastrofe elettorale del M5s – Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Davide Casaleggio e Qualche Misteriosa Eminenza Grigia chiedano scusa ai milioni di elettori che – fiduciosi – nel marzo 2018 votarono Cinquestelle. E spieghino – Costoro – che per loro è stato soltanto un gioco. Un gioco peraltro ben remunerato…

Sei giorni a domenica. Nelle urne Emiliano-Romagnole e Calabresi i Cinquestelle raccoglieranno gli amari frutti della scelta insensata di correre da soli e di non appoggiare il Candidato di quell’Area politica con la quale – volenti o nolenti e fino alla non lontana estinzione – dovranno condividere idee e programmi.

Scelte scellerate, quelle dei Cinquestelle. Scelte scellerate che hanno finito col fare assurgere Matteo Salvini a Leader Nazionale e col rendere la Lega primo Partito del Paese; scelte scellerate che hanno finito col conferire al Pd post-renziano l’immagine di unico e credibile soggetto politico in grado di contrastare l’ascesa del Capo della Lega.

L’analfabetismo politico, l’assenza di una chiara bussola valoriale, la mancanza di iniziativa, la vocazione alla genuflessione verso l’ex Alleato e l’equivoco fondato sul dichiararsi né di Destra né di Sinistra hanno fatto sì che il M5s oggi finisse ai margini del dibattito politico. E che finisse additato  dagli Osservatori più attenti come il principale responsabile del degrado Culturale e Politico in cui sta precipitando il Paese. Una sentenza senza appello, figlia del latente spessore contenutistico Pentastellato.

Qualcuno informi il Giovanotto di Pomigliano,,,

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

20/01/20  h.08.15