Elisa in concerto, ON tour al via da Firenze e Livorno

Elisa in concerto, ON tour al via da Firenze e Livorno

09 Novembre 2016 0 Di Patrizia Russo

Parte con due date toscane l’attesissimo ON Tour di Elisa: venerdì 11 novembre al Mandela Forum di Firenze e sabato 12 novembre al Modigliani Forum di Livorno.

ON Tour di Elisa, tappe in Toscana

Elisa, concerto dopo concerto, porterà un live spettacolare entusiasmando il pubblico con i suoi più grandi successi collezionati in venti anni di carriera e alcuni brani estratti dal suo ultimo album “ON”, disco d’oro dopo appena tre settimane dalla pubblicazione e a lungo in vetta alle classifiche tra cui spiccano i singoli “No Hero”, “Love Me Forever” e “Bruciare per te” (otre 35 milioni di visualizzazioni su Youtube).

È il mio album più estroverso e pop, afferma Elisa, e può essere sintetizzato con due aggettivi, vitale ed energetico.

Bruciare per te” è nata da una poesia che ho scritto per Andrea, spiega Elisa, c’è un’influenza trap, genere che mi ha fatto scoprire Stash dei The Kolors. L’ho scritta durante Amici dello scorso anno, in un momento molto creativo.

“No Hero” è dedicata alla mia migliore amica. Entrambe ci siamo trovate sincronizzate in un momento importante, un po’ di tempo fa, mentre “Love Me Forever” è una delle prime canzoni che ho scritto, avevo solo 14 anni: questo è il disco giusto per lei, un album molto pop dove ho scelto di spaziare liberamente.

 

Sul palco l’inconfondibile voce di Elisa sarà accompagnata da: Andrea Rigonat (chitarra), Curt Schneider (basso), Victor Indrizzo (batteria), Cristian Rigano (tastiere), Jessica Childress e Charlotte Gibson.

L’album “ON” marca un pop potente e moderno, che si mischia al soul, all’elettronica fino ad attingere a sonorità ’80. Tredici brani che arrivano dritti al cuore, senza bisogno di passare per la testa. A parte due canzoni, Elisa canta in inglese, come all’inizio della sua carriera.

Per ogni progetto discografico tendo a cambiare rotta, mi piace e ne ho bisogno per rinnovarmi. Questo mi dà nuovi stimoli ed energia. Questa volta avevo voglia di tirare fuori ritmo e grinta. Volevo fare una musica che riuscisse a trasmettere la forte carica che sentivo addosso mentre scrivevo. La cosa fondamentale era questa tensione emotiva, mi rappresentava e volevo sostenerla anche con la produzione e gli arrangiamenti.

Sono stata la mia prima “spettatrice”, appena finivo una cosa mi mettevo subito ad ascoltarla, alzavo il volume e ci ballavo sopra. Dopo un po’ la testa si spegneva e veniva fuori l’istinto, come un flusso di energia buona e io lasciavo che fosse quello a guidarmi in tutte le scelte. Per qualche ragione in questo (lungo) periodo nascevano cose forti, dirompenti, che tendevano ad avere una grande dinamica e io ho assecondato questi impulsi perché capivo che era la cosa più vera che potevo fare e questo è sempre il mio principale obiettivo. Da tutto questo è nato ON, che non è un disco intimista. È piuttosto un album irrompente e molto fisico che non poteva che chiamarsi così per me, perché l’effetto che mi fa è esattamente quello di sentirmi accesa e connessa.

La cantante friulana dopo le due tappe toscane sarà il 14 novembre al Pala Alpitour di Torino, il 15 novembre al 105 Stadium di Genova, il 19 e il 20 novembre al PalaLottomatica di Roma, il 22 novembre all’Unipol Arena di Bologna, il 23 novembre al Pala George di Montichiari, il 25 novembre e 26 novembre al Mediolanum Forum di Assago/Milano, il 28 e 29 novembre alla Kioene Arena di Padova, l’1 dicembre al Palasport Giovanni Paolo II di Pescara, il 3 dicembre al Palapartenope di Napoli, il 4 dicembre al Palaflorio di Bari, il 6 dicembre al PalaCalafiore di Reggio Calabria, per poi chiudersi il 7 dicembre al Pal’art Hotel di Acireale.

Inoltre, il prossimo febbraio, Elisa sarà in tour nel Regno Unito e, per la prima volta nella sua carriera, farà il suo debutto anche in Irlanda.

Partirà, infatti, il 17 febbraio dall’O2 ABC di Glasgow il tour nordeuropeo, per poi proseguire il 19 febbraio al Deaf Institute di Manchester, il 21 febbraio all’Academy 2 di Dublino e il 23 febbraio allo O2 Shepherd’s Bush Empire di Londra.