Emergenza Coronavirus. Salvini va a ragliare al Quirinale, Renzi lo applaude

Emergenza Coronavirus. Salvini va a ragliare al Quirinale, Renzi lo applaude

27 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

Vengo anch’io, no tu no!, cantava l’indimenticabile Enzo Iannacci… Vengo anch’io no tu no!, cantano in coro Quelli della Maggioranza di Governo a Matteo Salvini. Accade quando anche una canzone di successo si presta a diventare metafora di trame politiche.

Detto ciò, lo scenario è inquietante. E’ quello disegnato da accreditate Voci di dentro. Secondo gli spifferi di Palazzo, infatti, all’ombra di cappucci, grembiulini e compassi, con la nascosta regia di Denis Verdini – vecchio amico della famiglia Renzi e suocero in pectore di Matteo Salvini – i Due Mattei (il plurale è voluto ndr), Quello di Italia Viva e Quello della Lega, sarebbero sinergicamente impegnati nel trovare il modo più sbrigativo per far fuori il Premier Giuseppe Conte. Tramano fidando nell’eventuale sponda del Colle. Ma la sponda non la trovano nonostante il Capo Polittico e Religioso della Lega nella tarda mattinata sia andato a ragliare al Quirinale.

I Due Compari, col pugnale nascosto sotto il ramoscello d’ulivo, si dicono pronti a collaborare in un Governo di Unità Nazionale. Ma vogliono la testa dell’Inquilino di Palazzo Chigi come moneta di scambio. Un ricatto bello e buono sull’onda della paventata emergenza.

Nelle Grandi Manovre della Strana Coppia risplendono i limiti politici di Matteo Salvini e la ambiguità, la doppiezza, il viscidume di Matteo Renzi con un piede nel governo e con un altro nell’opposizione. Roba da vomito! Con una temuta crisi economica di vaste proporzioni alle porte, i Due buttano benzina sul fuoco e alimentano le tensioni già presenti nel Paese. Senza numeri parlamentari e in calo di consensi, entrambi vogliono dettare legge. Ma alla fine – detto sopra le righe – un corale robusto Vaffanculo da parte del M5s, del Pd e di Leu, riporta alla realtà i Due e li incenerisce. Non resta loro di trovare consolazione nei titoli dei Media rimediati anche oggi grazie alle ennesime figure barbine. Amen!

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

27/02/2020   h.16.00