Contenuto Pubblicitario
Endurance, doppietta Toyota alla 8 ore di Portimao

Endurance, doppietta Toyota alla 8 ore di Portimao

14 Giugno 2021 Off Di Redazione In24

Doppietta Toyota Gazoo Racing alla sua centesima gara nel campionato mondiale Endurance con la sua nuova Hypercar GR010 HYBRID nella 8 Ore di Portimao in Portogallo.

Campionato mondiale Endurance, doppio podio Toyota alla 8 ore di Portimao

Doppietta della Toyota al Campionato mondiale Endurance: primo e secondo posto sul podio alla 8 ore di Portimao in Portogallo per la nuova vettura Hypercar GR010 HYBRID.

Dopo aver perso la pole position sabato, il team ha ripreso la gara con stile vincendo il secondo round del FIA World Endurance Championship (WEC) 2021 e guadagnando la sua 32a vittoria su 100 gare della serie.

A vincere, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Brendon Hartley, nella #8 GR010 HYBRID, che hanno lottato durante tutta la gara per ottenere la vittoria di 1,8 secondi sui campioni del mondo Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López nella vettura sorella, la #7.

Dopo la vittoria alla 6 Ore di Spa-Francorchamps con cui si è aperta la stagione del mondiale, il Toyota Gazoo Racing ha portato a 22 punti il ​​vantaggio del team nel Campionato del Mondo. Nella classifica piloti, l’equipaggio #8 ha un vantaggio di 20 punti sul #7 con quattro gare rimanenti. Il prossimo appuntamento sarà al circuito di Monza, il 18 luglio.

La vittoria di Buemi, Hartley e Nakajima è ancora più iconica in quanto la gara del FIA World Endurance Championship di questo fine settimana in Portogallo ha segnato il centesimo inizio del campionato mondiale di auto sportive della Toyota dal suo debutto nel Gruppo C nella gara di 1000 km del Fuji del 1983.

La vettura numero 8 ha vinto adottando una strategia di risparmio di carburante che ha pagato dividendi alla fine della gara con un pit stop in meno, tanto da battere anche la sorella di casa n. 7 GR010-Hybrid Hypercar guidata da Jose-Maria Lopez, Mike Conway e Kamui Kobayashi.

Comunque, un Full Course Yellow in ritardo ha permesso a Lopez di raggiungere Buemi a meno di 20 minuti dalla fine della gara. Le vetture gemelle si sono poi scambiate di nuovo le posizioni e Buemi è riuscito a conquistare la vittoria su Lopez per soli 1,8 secondi.

La vittoria di oggi è la diciannovesima di Buemi e lo rende il pilota di maggior successo nel WEC insieme a Pedro Lamy. Ed è stata anche la sedicesima vittoria di Hartley e Nakajima. Il trio attualmente guida la classifica piloti Hypercar con 63 punti, venti punti davanti alla vettura gemella n. 7 che lascia il Portogallo con 43 punti.

L’Elf Alpine Matmut, che ha iniziato la gara di oggi in pole position, si è classificato invece terzo dopo aver lottato con la Toyota e aver condotto ampi tratti della gara. Segna il secondo podio consecutivo di Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere e Andre Negrao per la formazione francese. La squadra è a 22 punti dalla Toyota nella classifica a squadre.

I debuttanti del WEC Glickenhaus Racing sono arrivati ​​quarti dopo un potente sforzo del team americano. Richard Westbrook ha iniziato la gara per il team ma ha subito una pesante perdita di tempo durante un duro stint di apertura con problemi di surriscaldamento delle gomme.

Ryan Briscoe è stato il successivo a prendere il posto al volante della Hypercar Glickenhaus 007, ma è stato coinvolto in tre incidenti automobilistici insieme a due vetture LMGTE Am dopo due ore, costringendo l’auto ai box per le riparazioni.

Romain Dumas è rientrato in gara ma la vettura è rientrata poco dopo ai box per riparare una frizione che slittava. Il team è riuscito a riportare la vettura in pista in modo che la nuovissima Hypercar potesse continuare a raccogliere punti in vista del prossimo evento a Monza.

Memorabile doppio piazzamento Jota alle successive posizioni, perché la Oreca-Gibson n. 38 di Antonio Felix da Costa, Anthony Davidson e Roberto Gonzalez ha effettuato un sorpasso ben calcolato sulla vettura gemella del team per entrare nel primo posto, a pochi minuti dalla bandiera a scacchi.

Tom Blomqvist, Stoffel Vandoorne e Sean Gelael sono arrivati ​​secondi dopo un’epica rimonta nella corsa verso il traguardo, con il trio che alla fine ha concluso a soli tre secondi dalla vettura del compagno di squadra. Blomqvist, che si è girato in testacoda al primo giro, non è riuscito a tenere a bada da Costa, che nelle fasi finali ha fatto quanto in suo potere per scattare avanti.

I pole-sitter United Autosports USA sono sembrati competitivi per tutta la gara di oggi, ma il vantaggio dei campioni in carica LMP2 si è dissipato presto a seguito di uno sviluppo di safety car. Paul Di Resta, Wayne Boyd e Phil Hanson hanno tutti fatto stint sensazionali ma hanno perso una delle prime due posizioni a causa delle diverse strategie di pneumatici. La squadra anglo-americana alla fine è arrivata terza.

Il quarto posto è stato assegnato al Team WRT, che ha avuto una gara piena di emozioni, che ha visto la squadra reagire dopo aver preso due penalità: una per eccesso di velocità in pitlane e una successiva per violazione della bandiera blu. Tutti e tre i piloti – Charles Milesi, Ferdinand Habsburg, Robin Frijns – hanno fatto stint stellari ma il tempo perso con le penalità si è rivelato troppo per poter lottare per un posto sul podio.

Quinta di categoria è stata la squadra battente bandiera polacca Inter Europol Competition con i suoi piloti Alex Brundle, Kuba Smiechowski e Louis Delétraz. Per la squadra è stato il secondo quinto posto consecutivo. Nelle prime due ore di gara la vettura è salita fino al secondo posto ma a causa di problemi alle gomme nel secondo stint di Delétraz, il team è stato costretto ad accontentarsi del quinto posto.

Dopo una gara solida, il trio del Richard Mile Racing Team, appartenente alla sua formazione tutta al femminile di Tatiana Calderon, Sophia Floersch e Beitske Visser, ha conquistato un credibile sesto posto, un posto davanti a RealTeam Racing che è arrivato settimo.

 

I risultati della 8 Ore di Portimao:
1#8 TOYOTA GAZOO Racing

300 giri

2#7 TOYOTA GAZOO Racing

+1.800secs

3#36 Alpine (Negrao/Lapierre/Vaxivierre)

+1min 8.597secs

4#38 JOTA (Gonzalez/Da Costa/Davidson)

+4 giri

5#28 JOTA (Geleal/Vandoorne/Blomqvist)

+4 giri

6#22 United Autosports (Hanson/Scherer/Albuquerque)

+5 giri

 

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82