Esercito: la Brigata Pinerolo conclude la “Trials SIO 2020”. Testato lo stato di maturità di sistemi e piattaforme di nuova generazione

Esercito: la Brigata Pinerolo conclude la “Trials SIO 2020”. Testato lo stato di maturità di sistemi e piattaforme di nuova generazione

26 Giugno 2020 0 Di Luca Tatarelli

Lecce. La “Trials SIO 2020”, conclusasi oggi, ha visto impiegati assetti della Brigata Pinerolo.

Un momento della Trials Sio 2020

L’attività ha consentito di portare avanti gli obiettivi di sperimentazione definiti per la Sessione di Integrazione Operativa (SIO) 2020 del progetto Forza NEC (Network Enabled Capability).

La filosofia del progetto Forza NEC si riassume in sintesi nella possibilità di collegare, in maniera diretta e immediata, in rete ogni elemento operativo schierato sul terreno.

La Brigata Pinerolo ha svolto attività nel poligono di Torre Veneri (Lecce), nei primi giorni di giugno, con un’aliquota del suo comando, pedine dell’82° Reggimento Fanteria “Torino”, del Reggimento Logistico e del Reparto Comando e Supporti Tattici Pinerolo.

 

Trials 2020 a bordo del Lince

La Grande Unità ha ricevuto il compito di testare lo stato di maturità dei sistemi/piattaforme di nuova generazione quali il Posto Comando digitalizzato su tenda, il Posto Comando tattico su VTMM ORSO, il VTLM 2 NEC e l’ultima versione del Sistema di Comando Controllo e Navigazione (SICCONA) installato su VBM Freccia.

I test condotti hanno consentito di raccogliere utili feedback che potranno servire nel processo di ammodernamento dello strumento militare terrestre.

Il Posto Comando digitalizzato su tenda rientra nell’ambito del Progetto 4.9 di Forza NEC ed è realizzato secondo i principi della standardizzazione, digitalizzazione, proiettabilità, mobilità e interoperabilità e dispone di tutte le capacità necessarie per esercitare le funzioni operative fondamentali connesse con lo sviluppo della manovra tattica e logistica.

Il Posto Comando di Brigata mobile su Veicolo Tattico Medio Multiruolo (VTMM) “ORSO” ha l’obiettivo di dotare le unità di manovra di una piattaforma di nuova generazione, adeguatamente protetta, dotata di elevata mobilità e protezione anti R-CIED (Radio Controlled Improvised Explosive Device) in grado di garantire l’operatività ai Posti Comando Tattici Terrestri delle Brigate/Task Forces.

Un operatore sul VTMM “Orso”

Il Veicolo Tattico Leggero Multiruolo (VTLM) “LINCE” 2 NEC avrà una funzione prevalentemente combat per operare in ogni ambiente operativo con un livello di protezione del personale (balistica e antimina) superiore agli attuali standard.

Infatti, il VTLM 2 è un’evoluzione della piattaforma VTLM 1A caratterizzata da superiori parametri di sicurezza, semplicità, robustezza, durata ed affidabilità.

In particolare, la piattaforma, inoltre assolverà alle capacità di Comando Controllo e Navigazione (C2N) quale nodo a livello ordinativo tattico attraverso le funzionalità che dovranno garantire lo scambio d’informazioni con i Posti Comando di livello superiore e le singole unità dispiegate sul campo fino ai minori livelli ordinativi.

Alla fase conclusiva della sperimentazione ha partecipato il comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, accolto dal comandante della Brigata “Pinerolo”, Generale Giovanni Gagliano, che nel corso di un briefing ha illustrato le attività condotte dalle unità partecipanti a i “Trials SIO 2020”.

A sinistra il Generale di Brigata Giovanni Gagliano e il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano

Il Generale Castellano ha visitato i posti comando digitalizzati, schierati nel poligono, ed ha assistito ad una serie di esercizi svolti in ambiente completamente digitalizzato.

Mediante l’utilizzo dei sistemi di comunicazione dei posti comando digitalizzati, il comandante delle Forze Operative Sud ha potuto apprezzare tutte le fasi di svolgimento delle attività condotte dalle unità schierate nel poligoni di Torre Veneri.

Nel ringraziare tutto il personale presente, il Generale Castellano si è complimentato per il livello di addestramento raggiunto, per la motivazione del personale impiegato e per le capacità espresse sia in operazioni sul territorio nazionale che all’estero, dalla Brigata “Pinerolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Esercito: la Brigata Pinerolo conclude la “Trials SIO 2020”. Testato lo stato di maturità di sistemi e piattaforme di nuova generazione proviene da Report Difesa.

Servizio a cura di: Redazione