Etruria: dall’Immacolata al 20 dicembre dieci giorni di stand-by

Etruria: dall’Immacolata al 20 dicembre dieci giorni di stand-by

09 Dicembre 2017 0 Di Marino Marquardt

Gli osservatori del caso Etruria sono in stand-by in attesa dell’audizione dell’ex Ad di Unicredit in Commissione banche.

Banca Etruria in stand-by dall’Immacolata al 20 dicembre

Banca Etruria, il ponte dell’Immacolata e il 20 dicembre quelli del Nazareno resteranno col fiato sospeso mentre gli osservatori politici si posizioneranno in stand by. Dieci giorni di attesa e quattro giorni lavorativi per i parlamentari (da martedì a venerdì prossimi) nel corso dei quali si intrecceranno ipotesi e illazioni in vista del programmato mezzogiorno di fuoco nella Commissione d’inchiesta sulle banche.

Il 20 dicembre all’ora dell’aperitivo sarà infatti di scena Federico Ghizzoni, l’ex Ad di Unicredit al quale – secondo il racconto di Ferruccio de Bortoli – si sarebbe rivolto Maria Elena Boschi per il salvataggio di Banca Etruria.

Il 20 dicembre si scoprirà se l’attuale Sottosegretaria già Ministra del governo Renzi aveva mentito o detto il vero al Parlamento e quindi agli italiani. Sarà un momento della verità, un momento che metterà un punto fermo su una vicenda che si trascina da mesi.

Senza dire che nuovi elementi vanno ad irrobustire il coro di malelingue sul conto della famiglia Boschi. Dagospia oggi scrive così riprendendo un articolo della Stampa:

“Cosa aspetta Maria “Etruria” a dimettersi? Una serie di società riferibili a Pier Luigi Boschi ha ricevuto in totale affidamenti da Banca Etruria tra 9,1 milioni e 6,3 milioni nel periodo nel quale il padre del sottosegretario Maria Elena Boschi era consigliere della banca”.

Intanto Piero Fassino da elemosiniere renziano di alleanze si riduce a fare l’accattone. L’ultimo segretario Ds ora va in giro cercando di raccattare briciole di Radicali, di Verdi, rimasuglie di Beatrice Lorenzin, di Bruno Tabacci e di Pierferdinando Casini. Miserevole fine per il “compagno” che fu.

Un quadro deprimente nel quale l’ex Capo Scout fa finta di niente e assume – alternandole – la posizione delle tre scimmiette: finge di non vedere, di non sentire e non parla. Se non per dire sciocchezze…