Home Sport Calcio Euro2016: Portogallo solo pari. Vola l’Ungheria

Euro2016: Portogallo solo pari. Vola l’Ungheria

40
0
Euro2016 Austria Ungheria Szalai
Euro2016, l'Ungheria batte l'Austria e torna a vincere con il contributo del numero 9 Ádám Szalai

Euro2016, l’Italia si gode la vittoria sul Belgio e aspetta la Svezia. Con Ronaldo in ombra, il Portogallo va in pari con l’Islanda. L’Ungheria segna due reti all’Austria.

Euro2016, l’Italia aspetta la Svezia

Nell’attesa della sfida alla Svezia di Ibra, in programma venerdì alle 15, l’Italia di Antonio Conte si gode la sua momentanea gloria, effimera finché si vuole ma pur sempre piacevole da vivere.

La vittoria sul Belgio, con le reti di Giaccherini e Pellè, ha scosso un Europeo dove di belle partite ancora non ne abbiamo viste e in cui, almeno per ora, nessuno ha dimostrato di essere nettamente superiore a tutti gli altri.

Nessuno certo! Meno gli azzurri, che con il loro gioco magari anche sparagnino, fatto di tenacia, sacrificio, tutto difesa e contropiede, hanno imbrigliato una delle formazioni favorite per la vittoria finale e si sono appropriati, con  merito, del ruolo di prima vera sorpresa del campionato.

I prossimi giorni saranno quelli delle scelte per il commissario tecnico, che dovrà decidere se puntare sul gruppo vincente contro i diavoli rossi o far rifiatare qualcuno, apportando qualche modifica alla formazione titolare. Da valutare in tal senso le condizioni di Pellè, uscito malconcio dalla sfida di lunedì scorso.

 

Euro2016, Portogallo solo pari con l’Islanda

Ieri, intanto, un’altra stella del torneo ha fatto cilecca, Cristiano Ronaldo. Il giocatore del Real Madrid, atteso come Re Mida nella sfida con la piccola Islanda, ha giocato nell’ombra per tutta la partita, facendosi notare soltanto nel finale con un colpo di testa fuori bersaglio.

Per il Portogallo, dunque, solo un pareggio giunto dopo le reti di Nani e quella dell’islandese Bjarnason, che ha rimesso le cose a posto per i suoi.

 

Euro2016, Austria battuta: Ungheria prima

Il gruppo F, che ha chiuso la prima tornata di gare, vede al comando la sorprendente Ungheria, che ha avuto ragione dell’Austria, grazie alle reti di Szalai e Stieber. La partita andrà in archivio anche per il dato statistico relativo al portiere ungherese Gabar Kiraly, che alla tenera età di 40 anni e 74 giorni, è da ieri il calciatore più anziano che abbia mai giocato una partita degli Europei.