Europa League: Roma in rimonta, battuto l’Ajax

Europa League: Roma in rimonta, battuto l’Ajax

09 Aprile 2021 0 Di Fabio Carolla

Europa League: alla Roma serve tanto cuore per battere in trasferta gli olandesi dell’Ajax, risultato 2 a 1. Ci pensano Pellegrini e Ibanez

Europa League: Roma con Pellegrini e Ibanez, soffre e vince

In Olanda, alla Roma servono cuore e capacità di saper incassare i colpi: dopo una partita di sofferenza, i giallorossi battono l’Ajax.

Il sorteggio non era stato sicuramente dei favorevoli per i giallorossi: alla vigilia della partita di Europa League, si dubitava delle capacità giallorosse in paragone ai campioni olandesi. Per vincere, la Roma deve mostrare il suo miglior abito. Fonseca schiera, davanti Pau Lopez, la difesa a tre con Mancini, Ibanez e Cristante. Sulle fasce Peres e Spinazzola (gioca solo 29 minuti, poi esce per infortunio), al centro Veretout e Diawara. In avanti il solito Dzeko coadiuvato da Pellegrini e Pedro.

Ten Haag risponde con la sua rosa di talenti. Anthony, Neres e Tadic lì davanti ad incutere timore alle retrovie romane. Centrocampo a 3 con Alvarez, Gravenberch e Klaassen. In difesa, Rensch, Tagliafico, Martinez e Timber. A porta, non disponibile Onana, viene schierato Scherpen.

In partita, inizia bene la Roma con i tentativi di Dzeko e Cristante: il difensore romano, sugli sviluppi di un’azione, calcia potente dalla distanza incutendo timore a Scherpen.

Al 31esimo poi si riaffaccia in avanti l’Ajax con Tadic che calcia alto a lato. Poi, al 38esimo il pasticcio romano: Diawara appoggia la palla alla difesa, ma il pallone è impreciso e non arriva sui piedi di Mancini. La palla è facile preda di Klassen che, dopo aver triangolato con un compagno, è libero in area di rigore per poterla appoggiare tranquillamente a rete. Il vantaggio olandese è un regalo romano, dunque, che complica le speranze di gloria di Fonseca.

Nella ripresa, la Roma è chiamata ad una maggiore concentrazione per superare l’ostacolo dell’Amsterdam ArenA. Tuttavia, al 51esimo arriva un altro pasticcio difensivo: dopo aver perso palla, Ibanez si avventa sull’avversario atterrandolo in area di rigore. Per l’arbitro, zero dubbi: è penalty. Sul dischetto si presenta Tadic, che prova ad ipnotizzare Pau Lopez: lo spagnolo non ci sta e para il rigore calciato centrale.

La Roma, poi, si riprende. Al 57esimo, la punizione di Pellegrini punge l’imprecisione di Scherpen che non riesce a controllare il pallone calciato verso di lui. Il pareggio romano incita i giallorossi a continuare ad attaccare, per quanto poi l’Ajax sia quello ad affacciarsi di più ed incutere maggiore timore.

Agli ultimi minuti, Ibanez riceve palla sugli sviluppi di un corner: la stoppa di petto, e scaraventa il suo tiro al volo che si insacca sotto la traversa. La Roma agguanta il 2-1 in trasferta.

Il risultato finale è un toccasana per il calcio italiano. Per la Roma, invece: la vittoria in trasferta garantisce maggiori speranze di passaggio del turno, ma Fonseca deve richiamare i suoi all’attenzione. Ogni errore – come quelli commessi nella serata d’andata – può essere fatale, sopratutto contro campioni come quelli dell’Ajax.