Fca investirà a Detroit 4,5 miliardi di dollari, e farà anche un nuovo stabilimento

Fca investirà a Detroit 4,5 miliardi di dollari, e farà anche un nuovo stabilimento

26 Febbraio 2019 0 Di Pietro Nigro

Fca investe 4,5 miliardi di dollari a Detroit, nel Michigan, per espandere la capacità produttiva dei suoi cinque stabilimenti e per costruire un impianto tutto nuovo. Si prevedono 6.500 nuovi posti di lavoro.

Fca punta su Detroit per produrre Suv e veicoli elettrici Jeep e Ram

Con una notizia un pò a sorpresa, il gruppo Fca ha annunciato oggi che investirà 4,5 miliardi di dollari per ampliare la sua capacità produttiva a Detroit, nel Michigan (Usa). L’investimento è destinato a cinque dei suoi impianti già esistenti, ma il gruppo sta lavorando anche con le autorità locali per arrivare alla costruzione di un sesto impianto di assemblaggio, che permetterebbe di potenziare la capacità produttiva dei modelli a marchio Jeep e Ram e di quelli elettrici. Gli investimenti annunciati porterebbero quasi 6.500 nuovi posti di lavoro.

L’investimento fa parte della strategia che la Fca ha avviato negli Stati Uniti nel 2016, dove ha interrotto la produzione di auto compatte e ha deciso di convertire gli impianti di Illinois, Ohio e Michigan per rispondere alla crescente domanda degli acquirenti nordamericani di veicoli Suv e autocarri.

Dopo aver lanciato sul mercato la pluripremiata Jeep Wrangler e la nuovissima Ram 1500, e dopo aver introdotto l’ultimo arrivato della famiglia Jeep, il nuovissimo Jlad Gladiator, ora Fca punta dunque sulla espansione della capacità produttiva dei suoi stabilimenti.

“Tre anni fa, FCA ha stabilito un percorso per accrescere la nostra redditività in base alla forza dei marchi Jeep e Ram riallineando le nostre operazioni di produzione negli Stati Uniti – ha dichiarato Mike Manley, Amministratore delegato di FCA NV – L’annuncio di oggi rappresenta il prossimo passo in questo strategia. Permette a Jeep di inserirsi in due segmenti nuovi, che offrono importanti opportunità di margine, e di produrre anche i nuovi veicoli elettrici, tra cui almeno quattro veicoli ibridi plug-in e successivamente  quelli completamente elettrici a batteria”.

Gli investimenti proposti potranno diventare esecutivi dopo che saranno accettati dalle autorità della Città di Detroit, che hanno ora 60 giorni di tempo per rispettare i termini di un Memorandum of Understanding sottoscritto con il gruppo per l’acquisizione delle aree indispensabili a copstruire il nuovo impianto Mack. Successivamente, sarà necessario anche l’ok dello Stato del Michigan e delle altre autorità locali.

Investimenti da 4,5 miliardi di dollari per 5 impianti esistenti e per la nuova fabbrica Mach

Fca

Il render del nuovo impianto di assemblaggio che la Fca vuole realizzare a Detroit, nel Michigan (Usa).

Con l’investimento annunciato oggi, il gruppo Fca intende dunque realizzare il piano industriale annunciato nel 2016 per gli Stati Uniti, dove dal 2009 ad oggi è arrivato a totalizzare circa 14,5 miliardi di dollari, con circa 30.000 posti di lavoro creati.

In dettaglio, una quota dell’investimento sarà destinata, per 1,6 miliardi di dollari a convertire i due impianti che compongono al Mack Avenue Engine Complex nel futuro sito di assemblaggio della prossima generazione di Jeep Grand Cherokee  e del nuovissimo SUV Jeep full-size a tre file e ai modelli ibridi plug-in (PHEV), aggiungendo 3.850 nuovi posti di lavoro a supporto della produzione. La società intende iniziare la costruzione del nuovo stabilimento di Detroit entro la fine del secondo trimestre del 2019, con i primi veicoli a tre file che dovrebbero uscire dalla linea entro la fine del 2020, seguiti dal nuovissimo Grand Cherokee nella prima metà del 2021 .

Il nuovo impianto di Mack è destinato a diventare il primo impianto costruito in città in quasi trent’anni. L’ultimo impianto costruito, infatti, è quello di Jefferson North, che risale al 1991. Una volta completato ed unito a Jefferson North, la struttura produttiva sarà l’unico impianto di assemblaggio di auto completamente situato entro i confini della città.

A sua volta, anche al Jefferson North Assembly Plant è destinata una quota di investimento, pari a 900 milioni di dollari, per riorganizzare e modernizzare l’impianto di produzione della Dodge Durango e della nuova generazione di Jeep Grand Cherokee. FCA prevede per questo impianto 1.100 nuovi posti di lavoro.

La produzione dei motori Pentastar – 3.6, 3.2 e 3.0 litri – che si concluderà nel primo trimestre 2019, sarà poi trasferita dall’impianto di Mach I allo stabilimento di Dundee, destionatario di un investimento di 119 milioni di dollari.

FCA ha anche annunciato ulteriori investimenti, fino a 1,5 miliardi di dollari e altri 1.400 posti di lavoro, per la Warren Truck, che sarà riorganizzata in funzione della produzione della nuovissima Jeep Wagoneer e la Grand Wagoneer, annunciata nel 2017, insieme alle loro versioni elettriche. La produzione dovrebbe essere lanciata all’inizio del 2021. Oltre ai nuovi modelli Jeep, l’impianto continuerà a costruire il Ram 1500 Classic, la cui gamma verrà ampliata per soddisfare la domanda del mercato, mentre la produzione del nuovissimo Ram Heavy Duty continuerà ad essere svolta a Saltillo, in Messico.

Per supportare la produzione aggiuntiva, gli stabilimenti della Warren Stamping, nella città di Warren, e della Sterling Stamping a Sterling Heights, sempre nel Michigan, riceveranno investimenti rispettivamente di 245 e 160 milioni di dollari, con l’aggiunta di 80 nuovi posti di lavoro alla Sterling Stamping.

In tutti e tre i siti produttivi, inoltre, si punta ad introdurre la flessibilità produttiva necessaria a costruire oggi anche le versioni ibride plug-in dei rispettivi modelli Jeep, e in futuro modelli esclusivamente elettrici.