Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati

Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati

13 Aprile 2021 Off Di italpress

Il Gruppo Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati, Il debutto avverrà con stecchi Ferrero Rocher Classic e Dark, e Raffaello e i ghiaccioli Estathè Ice.

Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati

Il Gruppo Ferrero entra nel mercato dei gelati confezionati, un mercato che solo in Italia vale complessivamente 1,9 miliardi di euro.

“L’obiettivo – spiega una nota del Gruppo – è diventare un attore importante nel mondo dei gelati confezionati della grande distribuzione”.

Attualmente nella grande distribuzione viene distribuito il 60% del totale dei gelati confezionati venduti in Italia, pari ad un valore di 1,23 miliardi di euro.

Il debutto avverrà con gli stecchi – Ferrero Rocher, nelle versioni Classic e Dark, e Raffaello – e i ghiaccioli, con Estathè Ice nei gusti limone e pesca, che, nel corso del mese di aprile, saranno presenti in tutti i canali della grande distribuzione. Il lancio degli stecchi coinvolgerà contemporaneamente – oltre all’Italia – altri quattro Paesi europei: Francia, Germania, Austria e Spagna.

“Durante l’estate le praline Ferrero vengono ritirate da tutti i punti vendita per evitare che il caldo le danneggi e vengono reintrodotte solo in autunno. Quindi, grazie all’arrivo dei gelati, i consumatori potranno finalmente avere una valida alternativa da gustare tutto l’anno”, spiega Ferrero.

Lo sviluppo dei gelati e dei ghiaccioli Ferrero è stato ulteriormente rafforzato grazie alle sinergie con Ice Cream Factory Comaker – una società spagnola leader a livello globale, specializzata nello sviluppo e nella produzione di prodotti per gelateria, con più di cinquantacinque anni di esperienza – di cui il Gruppo Ferrero ha acquisito il controllo nel 2019.

I gelati Ferrero saranno prodotti nello stabilimento di Alzira, in Spagna (in provincia di Valencia) che, grazie all’allestimento di una linea totalmente nuova, è caratterizzata da impianti innovativi e un alto grado di automazione.

E’ stata anche realizzata una nuova fabbrica – vicina a quella già esistente – dedicata completamente alla copertura di cioccolato per gli stecchi.